Home Brescia Brescia. Si tutelino i lavoratori a rischio di Mercatone Uno

Brescia. Si tutelino i lavoratori a rischio di Mercatone Uno

0
0

Sono 3700 i posti di lavoro a rischio a causa dell’istanza di concordato preventivo depositata nel gennaio scorso da parte di MercatoneUno. A rischio ci sono migliaia di famiglie e tra queste sono coinvolti anche i lavoratori e le lavoratrici del negozio di Castegnato, in provincia di Brescia.

Il Movimento Cinque Stelle si era già mosso portando la questione all’attenzione del Ministero di Economia e Sviluppo. Oggi i portavoce M5S bresciani con una nuova interrogazione ,a prima firma Claudio Cominardi, ribadiscono anche al Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali l’urgenza che vengano tutelati anche i lavoratori nella provincia Bresciana.

“Saranno più del 50 per cento i negozi appartenenti al gruppo Mercatone Uno che verranno coinvolti nella chiusura definitiva; il punto vendita di Castegnato sarebbe in procinto di chiudere il 27 aprile e saranno circa una trentina i lavoratori del supermercato che rischierebbero di perdere il posto di lavoro.
Dopo 15 anni di attività, si verrebbe a  determinare un grave disagio per decine di famiglie”. Continuano i portavoce M5S firmatari dell’interrogazione parlamentare Cominardi, Alberti, Basilio e Sorial: ” Vista l’urgenza dell’imminente chiusura, occorre accelerare le azioni del tavolo di lavoro già avviato con il MES. L’obbiettivo devono essere soluzioni che tutelino i lavoratori nella provincia di Brescia e tutte le altre famiglie a rischio nel resto d’Italia che presto potrebbero trovarsi nella medesima situazione.”

Claudio Cominardi
Ferdinando Alberti
Tatiana Basilio
Giorgio Sorial

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali