fbpx
Home Paola Macchi L’Ospedale di Gallarate merita un cambio di passo

L’Ospedale di Gallarate merita un cambio di passo

0
0

L’Assessore regionale alla Sanità Mario Mantovani a risposto a un’interrogazione del Movimento 5 Stelle della Lombardia su varie criticita’ interne all’Azienda ospedaliera Sant’Antonio Abate di Gallarate

Paola Macchi, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle della Lombardia, dichiara: “Chiediamo ancora una volta informazioni su come viene gestito l’Azienda ospedaliera di Gallarate. Purtroppo l’ospedale compare troppo spesso nella cronaca locale per problemi gestionali di varia natura : presunti appalti irregolari, a proposito dei quali abbiamo presentato un esposto e a seguito del quale sono in corso indagini da parte della GDF , cartelle cliniche abbandonate su cui ci e’ arrivato un filmato,  mobbing verso il personale, varie  segnalazioni da parte del personale di problematiche nei reparti, e  ultima la gestione incompetente del concorso per 4 posti di infermiere, ampiamente documentata su internet in tempo reale.”

L’Assessore Mantovani ha risposto che l’Azienda ospedaliera ritiene che tutte queste segnalazioni sui giornali siano tendenziose e fuorvianti,  le segnalazioni di criticità da parte di utenti si sono ridotte negli anni, i contenziosi aperti nei confronti dell’azienda ospedaliera risultano invariati, le spese legali anche, ammontano a circa 280.000 euro l’anno,  non esisterebbe alcuna riduzione dei flussi di pazienti, al contrario le prestazioni sarebbero cresciute, le liste d’attesa si sarebbero accorciate. Riguardo l’esposto l’Azienda si sarebbe subito mossa quando ha saputo “casualmente” dell’esposto e dei fatti che venivano con esso denunciati.

” Questo totale scarico di responsabilita’ da parte della direzione generale era prevedibile perche’ e’ la risposta che riceviamo sempre e che mi era stata data verbalmente da lui anche riguardo l’esposto, che aveva cercato di minimizzare facendolo passare per una ripicca da parte di un dipendente, cosa che evidentemente non e’ visto che sono stati emessi ben 3 avvisi di garanzia a seguito di questa segnalazione. L’atteggiamento della direzione e’ come sempre vittimistico e non costruttivo; da mesi continuano ad arrivare segnalazioni di criticita’ da piu’ parti , e’ ora che la direzione si prenda le sue responsabilita’ e si decida a fare un cambio di passo, cominciando a prendere atto di critiche che possono essere costruttive e utili a migliorare un servizio importantissimo per la cittadinanza.”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali