Home Paola Macchi Sì alla mozione di M5S: la regione orientata ad anticipare i fondi per l’eliminazione delle barriere architettoniche
Sì alla mozione di M5S: la regione orientata ad anticipare i fondi per l’eliminazione delle barriere architettoniche

Sì alla mozione di M5S: la regione orientata ad anticipare i fondi per l’eliminazione delle barriere architettoniche

0
0

Barriere

Il Consiglio regionale ha approvato all’unanimità una mozione del Movimento 5 Stelle della Lombardia, che chiedeva alla Regione anticipare i fondi per liquidare le richieste del 2012 e 2103 per l’eliminazione delle barriere architettoniche negli edifici privati.

Paola Macchi, consigliere del Movimento 5 Stelle della Lombardia, spiega: “Il Movimento 5 Stelle puntava ad ottenere che la regione anticipasse i fondi per liquidare le richieste alla Regione relativamente al 2012, 2013 e 2014. Sono 18 milioni e mezzo di euro già richiesti più  altri 8 circa previsti relativamente al 2014 . Fino al 2012 la Lombardia ha anticipato questi fondi che non vengono erogati interamente dal governo ormai dal 2001. Per le richieste presentate negli ultimi tre anni, visto il mancato rimborso alla Regione da parte del governo, la Lombardia ha deciso di non mettere più a bilancio quanto necessario, a differenza di quanto deciso in altre regioni che hanno continuato ad anticipare i contributi alle famiglie previsti dalla legge 13/89. La maggioranza ha votato a favore solo dopo aver modificato la nostra richiesta: impegna il presidente ad attivarsi in fase di assestamento di bilancio per trovare i fondi per liquidare in parte o totalmente quanto abbiamo richiesto. Porteranno anche a Roma la richiesta di ripristinare la copertura finanziaria per saldare  alla Lombardia i 104 milioni relativi alla legge 13 che non le sono stati ancora liquidati.”

“Scale, gradini e, dislivelli possono diventare ostacoli insormontabili per chi deve fare i conti con la disabilità. L’approvazione all’unanimità della nostra mozione riconosce alle persone disabili e alle loro famiglie un diritto sancito da normative nazionali. Ora ci attendiamo che alla mozione seguano fatti concreti: siamo pronti a tenere il fiato sul collo alla giunta, visto che il Presidente Maroni è riuscito a trovare 20 milioni di euro per realizzare un teatro nella sua Varese, confidiamo che ne trovi altrettanti per aiutare cittadini lombardi che affrontano difficolta’ quotidiane solo per uscire di casa.

Una società civile dovrebbe anticipare le esigenze dei cittadini più fragili, non costringerli sempre a lottare per ottenere quanto loro promesso.”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali