Gianmarco Corbetta Sanità e Politiche Sociali

Accorpamenti Ospedali Brianza, depositato emendamento per tutelare la Sanità brianzola

Il M5S Lombardia ha depositato un emendamento all’Allegato 1 alla Riforma della Sanità, che sarà discusso mercoledì nella Commissione regionale, che chiede di modificare l’assetto delle nuove strutture sanitarie, le AST, in Brianza. Il M5S chiede la costituzione di due AST:

1) MONZA  allargata ai comuni limitrofi di Lissone, Vedano, Biassono, Macherio, Sovico, Muggiò e Concorezzo con 289.629 abitanti;

2) Vimercate/Desio/Seregno/Carate con 573.055 abitanti (comuni di Carate nord: Carate, Vedano, Albiate, Triuggio, Briosco,  Veduggio con Colzano, Besana Brianza, Renate)

Per Gianmarco Corbetta, consigliere del M5S Lombardia, “E’ dall’approvazione della riforma che chiediamo, e la nostra richiesta è oggi sostenuta da tutti i sindaci della Brianza, che le ipotesi di accorpamento della sanità della Brianza rispettino le effettive esigenze dei cittadini. Per la Brianza, la proposta iniziale della Maggioranza e quella successiva voluta fortemente dal capogruppo del PD Brambilla (approvata in consiglio regionale) peggiorano l’offerta sanitaria con il rischio concreto di declassamento degli ospedali. La nostra proposta è equilibrata: è necessario mantenere l’attuale impostazione con Desio e Vimercate insieme e il San Gerardo deve continuare a operare da solo. Gli accorpamenti vanno fatti con criterio, la sanità brianzola è della collettività e deve essere tutelata”.

Articoli Correlati

BERTOLASO CONTRO REPORT

Redazione Staff

Liste d’attesa, Mammì: «Il rispetto dei tempi d’attesa non può essere un regalo di Natale»

Redazione Staff

Degli Angeli: «All’ospedale di Lodi mancano garze e medicinali, sono gli effetti della (non)riforma Moratti-Fontana»