Paola Macchi Sanità e Politiche Sociali

Agenzia promozione sanità: pubblicità ai privati con fondi pubblici

corsia-ospedale

Dopo l’intervento di Paola Macchi, consigliere regionale del M5S Lombardia, in Commissione Sanità è  stato rimandato alla settimana prossima per ulteriori approfondimenti con gli uffici legali il parere sulla delibera sull’Agenzia di promozione del Servizio Sanitario Lombardo.

Per Paola Macchi, consigliere regionale del M5S Lombardia, “non è ammissibile che si utilizzino fondi pubblici per promuovere all’estero le aziende private della sanità lombarda con un’agenzia di cui non si sentiva francamente alcun bisogno.

Ho sollevato la questione in Commissione, facendo presente che esiste la possibilità che venga considerato un danno erariale. La delibera non chiarisce come si farà a quantificare la resa effettiva di questa Agenzia che rischia di diventare un costo e non un mezzo per ottenere soldi per la ricerca. Il problema è a monte; come mai per pubblicizzare la millantata eccellenza lombarda all’estero ci siamo dotati di un’agenzia ci costerà 530 mila euro all’anno per due anni di start up? Il direttore generale dell’agenzia percepirà 240 mila euro all’anno, un dirigente 80 mila e tre dipendenti 40 mila. In questa vicenda c’è puzza di politica delle poltrone, di favori ai privati, di ennesimo carrozzone inutile e di spreco di fondi pubblici: insomma la vecchia politica di Maroni che avanza”.

Articoli Correlati

Mettiamo le Idee in comune #41 – Istituzione di un presidio sanitario nel territorio comunale

Redazione Staff

Mettiamo le Idee in comune #40 – Capodanno senza scoppio di botti e petardi.

Redazione Staff

Regione Lombardia – La maggioranza salva Gallera, a pagare sono i lombardi.

Redazione Staff