Home Ambiente e Protezione Civile Inceneritore di Parona Lomellina: il M5S chiede la riconversione in centro di riciclo
Inceneritore di Parona Lomellina: il M5S chiede la riconversione in centro di riciclo

Inceneritore di Parona Lomellina: il M5S chiede la riconversione in centro di riciclo

0
1

ITR Inceneritore Parona 31-03-2016

Recentemente la società Lomellina Energia srl, proprietaria dell’inceneritore di Parona, ha avviato una procedura di licenziamento collettivo nei confronti di 27 lavoratori dipendenti (su 87). Il M5S Lombardia ha depositato un’interrogazione (SCARICA QUI), a prima firma della consigliera regionale Iolanda Nanni, chiedendo a Regione Lombardia di intervenire per promuovere la riconversione dell’impianto da inceneritore a impianto di riciclo rifiuti.

Iolanda Nanni spiega: “Il M5S, con questa interrogazione, chiede a gran voce la riconversione dell’impianto di Parona da inceneritore a impianto di trattamento biologico-meccanico. Questa proposta, avanzata anche dal WWF Lomellina e da diversi Comitati ambientalisti, consentirebbe di attivare un nuovo ciclo economico, non più basato sulla tecnica dell’incenerimento, bensì su quella del riuso, riciclo e recupero dei rifiuti. Attraverso questa trasformazione, si attiverebbe un ciclo virtuoso anche sotto il profilo economico, in grado di mantenere i livelli occupazionali, in quanto il nuovo ciclo, in linea con gli orientamenti del diritto comunitario e nazionale, sarebbe meno dispendioso dell’incenerimento, in grado di creare molti più posti di lavoro e capace di produrre significativi risparmi sulle tasse sui rifiuti per i cittadini e le famiglie che fanno la raccolta differenziata.”

“Con questa interrogazione –  conclude Nanni – il M5S offre alla Giunta lombarda l’opportunità di attivarsi per risolvere la crisi dell’impianto di Parona. La Regione ha infatti competenza diretta sulla gestione dei rifiuti e, grazie a una nostra risoluzione approvata a fine 2013, si è impegnata al “decommissioning” degli inceneritori lombardi, vale a dire alla progressiva dismissione dei 13 inceneritori lombardi. In provincia di Pavia, ne abbiamo ben due: partiamo quindi da quello in crisi di Parona e riconvertiamolo a impianto di riciclo, recupero e riuso dei rifiuti. Come sosteniamo da anni, ed è oggi evidente agli occhi di tutti, dati i licenziamenti in corso, l’incenerimento non solo non garantisce posti di lavoro, ma mette a rischio la salute e l’ambiente dei cittadini. L’unica via sostenibile da adottare per l’impianto di Parona, sia sotto il profilo economico sia sotto il profilo ambientale e sanitario, è quella di trasformarlo in impianto di riciclo e riuso dei rifiuti trasformandolo nel centro principale di riciclo per il bacino dei Comuni lomellini. Tale soluzione consentirebbe di evitare i licenziamenti, di creare nuovi posti di lavoro nonché nuove opportunità per le piccole e medie imprese ed inoltre porterebbe benefici ai cittadini tramite riduzioni delle tasse sui rifiuti”.

Iolanda Nanni – Portavoce Regionale del M5S Lombardia

 

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali