Gianmarco Corbetta Notizie Territorio, trasporti e infrastrutture

Monza e Brianza: linee metropolitane, purtroppo ancora nulla di concreto

Giovedì mattina si è tenuto, nella sede della Regione Lombardia, un incontro tra l’Assessore regionale ai trasporti Alessandro Sorte e i sindaci e gli esponenti istituzionali di Monza e della Brianza sul tema del prolungamento delle linee metropolitane verso il territorio brianzolo. All’incontro erano presente i portavoce del M5S.

Per Gianmarco Corbetta, capogruppo del M5S Lombardia: “Se da una parte è positivo che tutte le parti convocate siano d’accordo sull’urgenza di prolungare le linee delle metropolitane milanesi al territorio monzese e brianzolo, dall’altra siamo ancora in alto mare, non ci sono i fondi. Nel dossier delle opere prioritarie per la Lombardia presentato da Maroni a Del Rio questi prolungamenti non ci sono. Al di là delle responsabilità del Governo che non finanzia quest’opera, Maroni e la sua Giunta devono sostenere concretamente l’infrastruttura. Per passare dalle parole ai fatti sarebbe ora di aprire un’interlocuzione diretta con il Governo.”

Francesco Sartini, sindaco di Vimercate del M5S, aggiunge: “Il prolungamento della M2 da Cologno a Vimercate sarebbe vitale per il rilancio dell’economia e della mobilità su di un territorio che va ben oltre la città di Vimercate. Ne guadagneremmo in attrattività e l’opera risolverebbe problemi quotidiani dei cittadini e dei pendolari. Il M5S è disponibile sin da ora a rivedere il progetto sia per un riammodernamento che per renderlo finanziariamente sostenibile. Questi prolungamenti hanno alle spalle una lunga storia di promesse non mantenute, e riteniamo che ci sia in gioco la credibilità delle istituzioni”.

Articoli Correlati

Da Regione No al rimborso abbonamenti Trenord per il mese di luglio. Di Marco: “Pendolari beffati dopo i disastri delle ultime settimane”

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo

Di Marco: «Il Superbonus 110% traina la ripresa in Lombardia con 21 mila cantieri e 4 miliardi di investimenti»