Home Ambiente e Protezione Civile Moria di anatre, germani e pesci a Basiglio (Parco Sud Milano). M5S chiede intervento Regione
Moria di anatre, germani e pesci a Basiglio (Parco Sud Milano). M5S chiede intervento Regione

Moria di anatre, germani e pesci a Basiglio (Parco Sud Milano). M5S chiede intervento Regione

0
0

Non appena ci è arrivata la segnalazione dai cittadini che è in corso una moria di dozzine di anatre e germani presso alcune rogge ed il laghetto di Basiglio (MI), il M5S si è immediatamente attivato ed ha depositato un’interpellanza regionale diretta alla Giunta Maroni ed all’Assessore Ambiente, nonché una richiesta urgente di intervento ad ATS Milano Città Metropolitana.

Iolanda Nanni, consigliere regionale M5S e prima firmataria dell’interpellanza, dichiara: “Abbiamo appreso che, da metà luglio ad oggi, è in corso una moria di anatre e germani presso il laghetto di Basiglio e le rogge circostanti in area Parco Sud Milano. L’infezione pare essersi propagata dal laghetto dei cigni alle cave di Basiglio e potrebbe esserci il rischio che si propaghi in altri comuni a sud Milano, come ad esempio Pieve Emanuele e Rozzano. Inizialmente, le Autorità competenti sono intervenute a rimuovere la prima dozzina di carcasse degli animali, ma nei giorni a seguire e nel prosieguo della moria, altre dozzine di carcasse e pennuti agonizzanti sono rimasti abbandonati nell’area con rischio di propagazione, con la stagione venatoria in arrivo, agli animali domestici ed all’uomo.”

“Non è chiara –  prosegue Nanni – la causa della moria ed è per questo che abbiamo richiesto sia un’attivazione immediata da parte di ATS Milano Città Metropolitana e dell’Assessorato Regionale all’ambiente. Potrebbe infatti trattarsi di botulino o altro, dato che gli anni scorsi vi sono stati altri casi di questo tipo. Certamente, non è sufficiente rimuovere le carcasse, occorre chiudere l’accesso all’intera area e procedere con le autopsie degli animali così da individuare le cause dell’epidemia che sta allarmando i cittadini. Per questo motivo, abbiamo richiesto ad ATS di relazionarci su quanto accaduto, su quali interventi siano stati e saranno adottati per mettere in sicurezza l’area, su quali siano gli esiti delle autopsie e di mettere in campo tutte le misure atte a scongiurare un possibile contagio della popolazione umana e animale ed ogni potenziale rischio per la salute.”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali