Home Diritti e pari opportunità No alla mozione che corregge il bonus bebè
No alla mozione che corregge il bonus bebè

No alla mozione che corregge il bonus bebè

0
1

Il Consiglio regionale ha bocciato la mozione del M5S Lombardia che chiedeva alla Giunta regionale l’estensione della “misura “Bonus Famiglia” anche ai bambini nati dal 1 gennaio 2016 al 30 aprile 2016 e riattivare il pagamento tramite voucher nel caso di assenza di conto corrente”.

“La mozione è stata bocciata per soli 3 voti, eppure era di puro buon senso. Estendere il ‘Bonus Famiglia’ anche ai bambini nati dal 1 gennaio 2016 al 31 aprile 2016 sarebbe stato un atto dovuto per mettere una toppa ad un’esclusione inaccettabile per i nati in quel periodo”, spiega Paola Macchi, consigliere regionale del M5S Lombardia.
Per Macchi: “La Lombardia dice di voler aiutare le famiglie che vogliono avere bambini ma si trovano in difficoltà economiche, e sappiamo quanto costi un bambino piccolo, ma poi si dimentica dei bimbi nati fra una misura e l’altra. Ci hanno risposto che non ci sono soldi, soldi che Maroni trova sempre per quello che gli interessa, evidentemente queste famiglie non rientrano in questa categoria”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali