Home Expo Verbali Expo Arexpo negati, valutiamo il via a azione civile e penale
Verbali Expo Arexpo negati, valutiamo il via a azione civile e penale

Verbali Expo Arexpo negati, valutiamo il via a azione civile e penale

0
4

I verbali del Consiglio di amministrazione di Expo e Arexpo devono essere trasmessi “immediatamente” al M5S Lombardia. La decisione del Difensore Regionale, del 30 giugno 2016, a cui il M5S Lombardia si era rivolto dopo il rifiuto di alcuni documenti richiesti alle società non ha avuto nessun seguito. Quei materiali, nonostante l’intervento del Difensore Regionale, non sono ancora stati trasmessi al Movimento.

Su questo si è concentrata un’interrogazione del M5S alla Giunta regionale.

L’Assessore regionale Francesca Brianza ha ricostruito le innumerevoli e reiterate richieste e sollecitazioni del M5S alle due società. Arexpo da un lato ha confermato il diritto del consigliere regionale all’accesso agli atti ma non li ha mai consegnati. Allo stesso modo e per le stesse ragioni la società Expo, in liquidazione, negava la documentazione richiesta.

Silvana Carcano, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “I consiglieri regionali hanno il diritto di visionare documentazione utile a fare trasparenza sull’attività di società a partecipazione pubblica come Expo e Arexpo. Non abbiamo mai chiesto un insieme generico di documenti, ma un unico verbale ad Arexpo e sei a Expo. E’ scandaloso che l’Assessore Brianza ammetta candidamente che quei documenti non sono nella disponibilità di Regione Lombardia. Come può una regione effettuare controlli se non dispone nemmeno dei verbali del Consiglio di Amministrazione?

Expo e Arexpo devono fornire quella documentazione, non stiamo parlando di segreti di Stato ma dell’attività di società che usano fondi pubblici. Stiamo valutando con i nostri legali un’azione penale e civile, con il ricorso al TAR contro le due società”.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali