Home Ambiente e Protezione Civile Grazie all’interrogazione M5S, via libera ai comuni sull’estensione del divieto di spandimento fanghi
Grazie all’interrogazione M5S, via libera ai comuni sull’estensione del divieto di spandimento fanghi

Grazie all’interrogazione M5S, via libera ai comuni sull’estensione del divieto di spandimento fanghi

0
0

Alla seduta d’Aula del Consiglio Regionale tenutasi il 4 ottobre, la consigliera regionale M5S Iolanda Nanni – con un’interrogazione a risposta immediata, a sua prima firma –  ha chiesto all’Assessore Terzi di fare chiarezza sull’ambiguità interpretativa relativa ai limiti dello spandimento fanghi dai centri abitati.

Iolanda Nanni dichiara: “Premesso che la distanza per lo spandimento di fanghi dai centri abitati era stata fissata dalla Regione in “almeno 100metri” dai centri abitati, con la Delibera regionale di giugno 2016, Regione Lombardia aveva creato un’ambiguità interpretativa, facendo sparire il termine “almeno” e limitando la fascia a soli “100metri”. Ciò ha destato allarme e preoccupazione a tutti quei Comuni che stanno ampliando la fascia di rispetto oltre i 100metri, cosa resa possibile da una sentenza del Consiglio di Stato del 2015 la quale stabilisce che «l’utilizzo dell’inciso “almeno” evidenzierebbe che la prescrizione posta dal Piano delle Regole è coerente con le disponsizioni regionali….[…]… il divieto di 500mt. risulterebbe rispettoso di quello di “almeno 100 metri” previsto dalla delibera regionale.» Ma la Delibera regionale di giugno 2016, facendo sparire il termine “almeno” mette in allerta i Comuni che potrebbero ritrovarsi subissati da nuovi ricorsi delle società fanghi”

“Per questo – continua Iolanda Nanni – ho chiesto all’Assessore Terzi di sciogliere questo nodo delle distanze. La Terzi ha risposto che il limite di 100metri fissato dalla nuova delibera regionale di giugno 2016, non preclude ai Comuni di estendere la fascia di rispetto fino a 500metri poiché di chiara che si tratta di un “limite minimo precauzionale”. A questo punto, abbiamo rassicurato tutti i Comuni che ce ne hanno fatto richiesta e che si stanno adoperando per limitare i danni alla popolazione derivati da cattivi odori, miasmi e irritazioni provocati dallo spandimento fanghi in agricoltura.”

Il M5S da oltre un anno ha avviato una serie di incontri informativi presso le amministrazioni comunali sui rischi alla salute ed all’ambiente derivati dallo spandimento dei fanghi in agricoltura. Venerdì 7 ottobre alle ore 21, la Consigliera Regionale Iolanda Nanni sarà a Casorate Primo (PV), presso la Sala Consiliare di Via dall’Orto n. 15 dove, insieme ad un esperto ambientale ed ai Comitati ambientalisti del lodigiano e del pavese, informerà cittadini ed amministrazione locale sugli strumenti da adottare a livello comunale per far fronte al problema sempre più frequente dei cattivi odori, miasmi ed irritazioni, nonché sull’iter regionale in corso per rendere più stringente la normativa fanghi”.

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali