Home Ambiente e Protezione Civile La centrale a olio di Cavernago deve cessare le attività, pronta mozione
La centrale a olio di Cavernago deve cessare le attività, pronta mozione

La centrale a olio di Cavernago deve cessare le attività, pronta mozione

0
0

La Lombardia non ha ancora ottenuto la documentazione integrativa sul progetto di filtro della centrale elettrica a olio vegetale grezzo di Cavernago per la valutazione del sistema di abbattimento di fumi. Qualora dovesse arrivare il materiale richiesto, la regione esprimerà un giudizio tecnico, la valutazione dell’impatto ambientale spetta alla Provincia di Bergamo. E’ questa la risposta dell’Assessorato regionale all’Ambiente al question time del consigliere regionale Dario Violi che chiedeva lo stop alla centrale elettrica a olio vegetale grezzo di Cavernago.

Per Violi: “La risposta dell’Assessore rafforza la nostra posizione di totale contrarietà alla riapertura della centrale.

E’ molto grave che la Provincia abbia chiesto alla Regione di valutare un progetto di nuovo filtro “come innovativo” quando lo stesso progetto era già stato scartato due anni fa in sede di conferenza dei servizi. Ora, se quel filtro due anni fa non era innovativo, perché dovrebbe esserlo ora? Forse perché per ottenere una deroga e l’installazione è necessario che il progetto passi come innovativo? In Provincia leggono la documentazione?

Lo ribadiamo, quella centrale non deve ripartire.

Nei prossimi giorni proporrò ai colleghi bergamaschi di condividere una mozione per chiedere un impegno alla giunta e agli organismi regionali affinché facciano tutte le verifiche di loro competenza per tutelare la salute dei cittadini di Cavernago. La centrale è a pochi metri dalle case, la salute dei cittadini viene prima degli utili di qualsiasi impresa”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali