Notizie Paola Macchi Sanità e Politiche Sociali

Area 41, monitorare costantemente e con attenzione la situazione sanitaria dei cittadini.

“L’Unione Europea aprirà il secondo deposito per le scorie nucleari Ue nel Centro europeo di ricerca di Ispra, chiamato Area 41. Esiste già un deposito atomico nel Centro che opera da decenni, che è ormai saturo. Da recenti dichiarazioni del Jrc le scorie sarebbero ospitate qui solo temporaneamente, in attesa di essere trasferite nel deposito nazionale di cui però non si è ancora stabilita nemmeno l’ubicazione. Quando si parla di radioattività i cittadini residenti in zone anche abbastanza distanti dal deposito  si preoccupano, riteniamo quindi corretto che non solo si facciano serate informative anche in altri comuni oltre a quelli limitrofi al Centro ma che Regione si attivi per tranquillizzare ulteriormente, da un punto di vista sanitario, questi cittadini.

Abbiamo quindi depositato una mozione in cui chiediamo di  monitorare costantemente e con attenzione la situazione sanitaria dei cittadini e di coloro che abitualmente lavorano nei comuni della zona, con particolare cura per la fascia di popolazione particolarmente fragile come bambini, anziani, donne gravide e persone affette da patologie croniche o tumorali”, così Paola Macchi, consigliera regionale del M5S Lombardia sullo smaltimento di scorie radioattive nel nuovo sito di stoccaggio dell’Area 41.

Articoli Correlati

#SaliAbordo: il M5S Lombardia incontra i territori

Commissione d’inchiesta Covid assenti Fontana e Moratti. Di Marco : «Ingiustificabile mancanza di rispetto»

Carolina Russo De Cerame

In Commissione Sanità le modifiche alla riforma Moratti, Fumagalli: «Correzioni sostanziali, altrimenti il Governo avrebbe impugnato la legge»