Andrea Fiasconaro Notizie Territorio, trasporti e infrastrutture Video

Disagi linea Mantova Milano: approvata mozione M5S. Ora rispettare gli impegni.

Il Consiglio Regionale ha  approvato la nostra mozione relativa alla spinosa questione dei ripetuti disservizi, che coinvolgono la tratta ferroviaria Milano-Cremona-Mantova: “Ho portato in Aula questo tema, riassunto in una precisa mozione, perché le cronache delle ultime settimane raccontano di una situazione ferroviaria che definirei allucinante. La linea Milano – Cremona – Mantova, in particolare, si caratterizza per un elevato numero di pendolari, circa 10.000 ogni giorno, che si spostano nei territori interessati dalla linea per motivi di studio o lavoro. Numerosi i disservizi registrati gli scorsi negli ultimi tempi: treni cancellati, mancanza di aria condizionata che ha comportato temperature oltre i 40°, guasti alle porte. A tutto ciò si aggiunga la questione relativa agli investimenti sul raddoppio della linea e, non di meno, la scadenza di dicembre relativa a passaggi a livello e rallentamenti. Siamo alle solite ma non ci stancheremo mai di intraprendere tutte le azioni necessarie per porre fine alle inefficienze che interessano la direttrice e normalizzare la situazione in modo radicale per garantire adeguate condizioni di viaggio per i pendolari e gli utenti occasionali. Il consiglio regionale, con l’approvazione odierna della nostra mozione, si è assunta un impegno preciso e vigileremo senza sosta affinché questo impegno trovi degna conclusione. Ribadisco che la mia richiesta verteva esclusivamente sul normalizzare la situazione, pertanto mi aspetto che ciò avvenga nel più breve tempo possibile“.

 Andrea Fiasconaro, capogruppo M5S Lombardia. 

 

Articoli Correlati

Da Regione No al rimborso abbonamenti Trenord per il mese di luglio. Di Marco: “Pendolari beffati dopo i disastri delle ultime settimane”

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo

Di Marco: «Il Superbonus 110% traina la ripresa in Lombardia con 21 mila cantieri e 4 miliardi di investimenti»