Diritti e pari opportunità Monica Forte Nicola Di Marco Notizie

Genitori separati, no iniziative spot. Lavorare sull’esclusione con misure strutturali

Per il sostegno dei genitori separati sono necessarie misure strutturali e non spot o spiccioli messi a disposizione dalla Regione Lombardia, che ha lanciato due bandi regionali che prevedono uno sconto del 30% sul canone d’affitto e incentivi per la ristrutturazione degli immobili segnati dal tempoIl problema è che la Giunta si è limitata a rivedere i criteri di assegnazione di risorse già impegnate. Al contrario, è necessario lavorare seriamente sull’esclusione. Negli ultimi anni si sta creando un divario preoccupante tra il genitore a cui viene affidato il figlio, che nella maggior parte dei casi è la madre, a cui rimane la casa coniugale, e il coniuge che deve lasciare l’abitazione e si trova impreparato ad affrontare questa situazione con tutte le conseguenze economiche, sociali e personali che ne derivano. Si deve strutturare una misura diretta e che abbia effetti immediati nel sostegno di queste persone in difficoltà. Non ci sembra che offrire fondi per il recupero o la riqualificazione energetica di stabili da adibire ad alloggio per padri separati sia risolutivo. Centinaia di alloggi ALER, attendono di essere riqualificati ed affidati a padri separati in difficoltà.

Monica Forte e Nicola Di Marco – Consiglieri Regionali M5S Lombardia

Fonte foto: LaStampa.it

Articoli Correlati

Da Regione No al rimborso abbonamenti Trenord per il mese di luglio. Di Marco: “Pendolari beffati dopo i disastri delle ultime settimane”

Assestamento bilancio regionale, Di Marco: «Legge priva di visione e concretezza, specchio del caos e le lotte interne al centrodestra»

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo