Gregorio Mammì Notizie Territorio, trasporti e infrastrutture

Sciopero Trenitalia: preoccupa carenza personale biglietterie

Oggi l’ennesima azione di sciopero che replica quella dello scorso 4 maggio 2018 che ha visto la massiccia partecipazione dei lavoratori delle Biglietterie e dell’Assistenza Lombardia di Trenitalia. Tra le motivazioni dello sciopero ci preoccupa la carenza di personale che porta alla sistematica chiusura degli sportelli di biglietteria in tutte le biglietterie lombarde, come ad esempio quella di Como, con forte affluenza turistica, presenziata dopo modifica aziendale da un solo turno di giornata per assenza di personale. Non bastavano i disservizi di Trenord, i cittadini Lombardi si stanno abituando a subire le continue riorganizzazioni che puntano solo al risparmio, garantendo inefficienza

Esistono servizi che non possono essere sostituiti con le macchinette Self-Service, è arrivato il momento di ripensare al ruolo delle biglietterie e dei servizi di assistenza, una Regione attenta alla mobilità sostenibile deve pretendere da chi gestisce una gran parte dei viaggiatori, servizi aggiuntivi e presidi territoriali. Basta risparmiare sulla pelle dei cittadini e dei lavoratori, che inizino a tagliare dove ci sono degli sprechi e cattive gestioni.

Gregorio Mammì – Consigliere regionale del M5S Lombardia

Articoli Correlati

Salviamo il Parco Sud, Di Marco: «Ferma opposizione contro il tentativo di scippo del centrodestra»

Carolina Russo De Cerame

Liste d’attesa, Mammì: «Il rispetto dei tempi d’attesa non può essere un regalo di Natale»

Redazione Staff

Simone Verni: «Regione Lombardia chiude la porta a 30mila pendolari. Noi subito disponibili a tavolo di confronto»

Carolina Russo De Cerame