Home Ambiente e Protezione Civile BILANCIO. Il M5S Lombardia ottiene 400mila euro per la mappatura dell’amianto
BILANCIO. Il M5S Lombardia ottiene 400mila euro per la mappatura dell’amianto

BILANCIO. Il M5S Lombardia ottiene 400mila euro per la mappatura dell’amianto

0
4

Questo è un risultato storico per la salute e la qualità della vita dei lombardi. Ieri sera è stato approvato all’unanimità l’emendamento al bilancio presentato dal M5S Lombardia , grazie al quale Regione stanzierà 400mila euro per l’avvio di un programma di mappatura dell’intero territorio regionale.

Una mappatura completa dell’amianto ancora presente in Lombardia è il primo passo per una futura bonifica. Obiettivo di questo studio infatti sarà anche quello di pianificare costi e logistica di una successiva fase di bonifica e stoccaggio. Inoltre lo studio permetterà di unificare le informazioni presenti all’interno del database Arpa e in quello delle autocertificazioni ATS.

Quello relativo all’amianto non è un problema risolto. Di amianto ancora si muore e spesso chi è costretto a vivere il dramma della malattia lo fa  da solo. In maniera privata e senza alcun aiuto. Perché l’amianto è un assassino che agisce nel tempo, magari ci ammaliamo oggi ma ne subiamo gli effetti dopo anni.

Gli ultimi dati in nostro possesso, risalgono al campionamento effettuato da Arpa nel 2012. Adesso abbiamo a disposizione nuove tecnologie, il cui utilizzo consente di effettuare studi maggiormente specifici a costi decisamente più economici.

Riteniamo che i margini per migliorare la qualità della vita dei cittadini in questo senso siano ampi. Il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha posto la soluzione del problema amianto, come uno dei punti prioritari dell’azione del ministero. Lo stanziamento dei fondi richiesti ci permetterà quindi di lavorare in sinergia con il ministero stesso. In questo modo la nostra Regione diventerebbe modello nazionale nella lotta contro l’amianto.

Massimo De Rosa –  Portavoce Regionale del M5S Lombardia

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali