Home Ambiente e Protezione Civile Discarica Sergnano: Il M5S presenta interrogazione in Regione
Discarica Sergnano: Il M5S presenta interrogazione in Regione

Discarica Sergnano: Il M5S presenta interrogazione in Regione

0
2

È ora di risolvere la questione della discarica di Sergnano, una volta per tutte. Nonostante i nostri interventi in Regione, negli ultimi anni, nulla è cambiato. A seguito della nostra interrogazione in Regione del 2015 ci è stato risposto che la questione della discarica di Sergnano doveva considerarsi risolta rispetto alla procedura d’infrazione dell’Unione europea del 2003, ma la realtà è ben diversa. L’area è ancora a rischio contaminazione e non è stata assolutamente bonificata. Oggi abbiamo depositato un’altra interrogazione in Regione con la quale chiediamo agli organi competenti qual è lo stato dell’arte della discarica e se sono stati svolti i controlli necessari da parte della Regione sul sito contaminato. Abbiamo il dovere di fare chiarezza su questa vicenda. Dobbiamo delle risposte concrete ai cittadini preoccupati per la situazione venutasi a creare nel corso di tutti questi anni, sia per l’inquinamento del suolo, sia per la presenza del fiume Serio a brevissima distanza dalla discarica. Chiediamo a gran voce che la Regione si attivi presso il comune per far svolgere i controlli del caso sull’area e per far mettere in sicurezza la zona ed evitare pericolose infiltrazioni in falda che si riverserebbero nel Serio. Inoltre, vogliamo sapere come mai la discarica sia “miracolosamente” sparita dall’elenco dei siti a rischio dopo la procedura d’infrazione dell’Unione Europea del 2003, nonostante il carteggio tra Regione e comune attestasse chiaramente che nessun intervento fosse stato effettuato per la bonifica ed il ripristino del sito. Questa situazione si protrae da più di 30 anni ed è giunta l’ora di risolverla definitivamente. Non possiamo permetterci di perdere altro tempo.

Marco Degli Angeli – Portavoce Regionale M5S Lombardia

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali