Home Ambiente e Protezione Civile Fanghi, No allo stop dello spandimento nonostante legionella
Fanghi, No allo stop dello spandimento nonostante legionella

Fanghi, No allo stop dello spandimento nonostante legionella

0
2

Il Consiglio regionale ha discusso un’interrogazione del M5S Lombardia che, a partire dalla diffusione dei casi di legionella, chiedeva un’attenzione alle criticità ambientali della bassa bresciana e del fiume Chiese con maggiori controlli sugli scarichi e un divieto, anche temporaneo, dello spandimento dei fanghi. Il M5S chiedeva anche un approfondimento sul progetto del collettore-depuratore del Garda.

Dino Alberti, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: “Non siamo per niente soddisfatti delle risposte ricevute dalla Lombardia, sono un altro schiaffo per il territorio bresciano. Nonostante la legionella la Giunta non intende aumentare i controlli sugli scarichi inquinanti e limitare l’uso di fanghi in agricoltura. Ricordo che la zona è caratterizzata dalla presenza di numerosissime discariche, allevamenti intensivi e impianti inquinanti come le fonderie. Di più, le numerose centrali idroelettriche nella zona riducono il flusso dei fiumi. È assurdo che la Giunta non voglia intervenire a tutela della salute pubblica in un territorio martoriato da fonti inquinanti”

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali