fbpx
Home Ambiente e Protezione Civile Piazza d’Armi, molto bene il vincolo paesistico “quella zona non finisca ai palazzinari”
Piazza d’Armi, molto bene il vincolo paesistico “quella zona non finisca ai palazzinari”

Piazza d’Armi, molto bene il vincolo paesistico “quella zona non finisca ai palazzinari”

0
2

Un vincolo paesistico per Piazza d’Armi, lo aveva chiesto il M5S Milano e Lombardia. In Regione, in particolare, era stata presentata una risoluzione, discussa l’11 aprile 2019 in Commissione Territorio (verbali) senza arrivare al voto,  e una richiesta di audizione dei comitati di zona.

È di oggi la notizia della decisione del MIBAC di sottoporre a tutela Piazza d’Armi di Baggio.

“Finalmente un Governo che tutela le aree verdi. È fondamentale dare il buon esempio, e questo annuncio segue quello del Ministero Costa che vuole portare la Conferenza ONU sul clima a Milano. È questo un esempio di come si può lavorare nel concreto per salvaguardare l’ambiente nell’interesse dei cittadini.

E pensare che iIn Commissione il PD ha sostenuto che l’area fosse abbandonata e pretendeva che gestisse tutto il Comune di Milano che fin qui non ha fatto nulla per quella zona.

Il Consigliere regionale Bastoni della Lega ha liquidato la questione definendo ‘l’area abbandonata e occupata dai nomadi, perché è vero che ci sono i volatili, i tritoni, le rane e poi ci sono anche i nomadi’.

Con un dibattito di questo livello non sorprende che la Lombardia abbia perso l’ennesima occasione per essere protagonista delle politiche di tutela dell’ambiente e del territorio.

Quella zona non deve finire ai palazzinari e con la decisione del Ministero si chiarisce una volta per tutte il futuro di un’area che deve rimanere verde. È  un corridoio ecologico per il Parco delle Cave e il Parco Agricolo Sud Milano e sarà valorizzata grazie all’intervento del Ministro Bonisoli. Non abbiamo bisogno di un’altra Expo su Piazza d’Armi e di altro cemento su Milano”, così Monica Forte e Massimo De Rosa, consiglieri regionale del M5S Lombardia che si erano spesi per il vincolo paesistico a tutela di Piazza d’Armi di Baggio in regione commentano la decisione del Mibac che ha avviato la procedura per la dichiarazione d’interesse culturale particolarmente importante dell’area.

Il Comunicato diffuso dal Ministero

MIBAC SOTTOPONE A TUTELA PIAZZA D’ARMI DI BAGGIO A MILANO

Il Mibac ha avviato la procedura per la dichiarazione d’interesse culturale particolarmente importante della Piazza d’Armi di Baggio a Milano.

Piazza d’Armi, fin dagli inizi del secolo XX di particolare importanza per il suo riferimento alla storia dell’aviazione italiana e, a partire dagli anni Trenta, alla storia militare, è diventata con il tempo un elemento storico consolidato nel paesaggio urbano, oltre che un vero e proprio polmone verde per la città di Milano, dove sono sorte spontaneamente aree boschive, creati orti e inserite attività sportive.

Per questi motivi, il Mibac ha avviato le procedure per l’esplicitazione dei caratteri di interesse storico-relazionale presente nel rapporto fra Piazza d’Armi e gli edifici militari sorti attorno ad essa; per il procedimento di dichiarazione dell’interesse particolarmente importante di Piazza d’Armi, in particolare attraverso il mantenimento della destinazione a verde dell’intera area oggetto del provvedimento e il divieto di nuove edificazioni in tutta l’area attualmente a verde; infine per i procedimenti finalizzati all’emanazione di prescrizioni di tutela indiretta per la salvaguardia delle condizioni di prospettiva, luce, ambiente e decoro degli edifici sottoposti a tutela facenti parte della caserma Santa Barbara e del complesso denominato Magazzini di Baggio.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali