Home Milano Prolungamento M3, Pantigliate esclusa. Il progetto deve ripartire
Prolungamento M3, Pantigliate esclusa. Il progetto deve ripartire

Prolungamento M3, Pantigliate esclusa. Il progetto deve ripartire

0
2

Pantigliate sarà esclusa dallo sviluppo del progetto di prolungamento MM3 San Donato Milanese – Paullo. Lo spiega l’Assessore regionale ai Trasporti della Lombardia Claudia Terzi con la risposta (in allegato) a un’interrogazione di Nicola Di Marco, consigliere regionale del M5S Lombardia, che chiedeva alla Giunta regionale di velocizzare l’iter di realizzazione dell’opera.

“La notizia arriva dopo circa un anno e mezzo di stallo dovuto all’incapacità politica dei partiti che governano gli Enti coinvolti nel trovare un accordo, che senza il nostro assiduo impegno degli ultimi mesi rischiava di andare a sbattere contro un muro” così  il Consigliere regionale del M5S Lombardia Nicola Di Marco.

Per Di Marco: “La palude burocratica dove si era impantanato il progetto ha portato all’infelice conseguenza che il Comune di Pantigliate, ultimo rimasto a non aver sottoscritto l’accordo per lo studio di fattibilità, verrà escluso dal percorso del sistema di trasporto pubblico.

Questo nonostante da mesi chiedessimo che prevalesse il buon senso e che si arrivasse alla firma dell’Accordo da parte di tutti i Comuni della tratta anche ad esempio scartando, già in partenza, uno dei cinque scenari previsti (gomma-Bus Rapid Transit), non gradito a parte del territorio.

La decisione di Pantigliate, però, ha prodotto ora un risultato opposto a quello sperato, che potrebbe ricadere su tutti i cittadini del Comune e della zona e che forse dovrebbe indurre ad un immediato ripensamento.

Lo studio di un sistema di trasporto pubblico nel Sud-est Milano e la sua realizzazione consentirebbe di alleggerire il carico di traffico ed emissioni inquinanti connesso alla mobilità su gomma, offrendo al contempo un servizio essenziale ai tanti pendolari che viaggiano da e verso Milano lungo la direttrice Paullese da San Donato a Paullo ed anche oltre, fino al territorio Lodigiano e Cremasco.

È da sottolineare che il Ministero dei Trasporti ed il Governo, con l’impulso del Ministro Danilo Toninelli, hanno già finanziato opere importanti per la Lombardia come ad esempio il prolungamento della metro M5 a Monza e che sono pronti a fare la propria parte nel momento in cui gli Enti locali coinvolti, cioè Regione, Città Metropolitana e Comuni riusciranno a produrre uno studio definitivo mettendo fine ai litigi”.

 

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali