fbpx
Home Aler Recupero di 815 alloggi popolari, emendamento bocciato.
Recupero di 815 alloggi popolari, emendamento bocciato.

Recupero di 815 alloggi popolari, emendamento bocciato.

0
2

BOCCIATO l’emendamento presentato dal Consigliere Nicola Di Marco, volto al recupero di 815 alloggi popolari, ecco il commento del Consigliere.
“A ottobre scorso il Ministro Toninelli ha sbloccato 321 milioni di euro per il recupero degli alloggi popolari non a norma, di cui oltre 24 milioni spettanti alla Lombardia. Successivamente, Regione ha emanato il Bando e la conseguente pubblicazione della graduatoria che ha escluso molti Enti Locali: stiamo parlando, quindi, di progetti di vari Comuni ed alcune Aler ammessi all’apposito bando pubblicato con Decreto 6327 del mese di maggio, ma non finanziabili per l’esaurimento dei relativi fondi.

 

Ho quindi presentato un emendamento al bilancio di Regione per stanziare 5.906.000 euro per la cantierizzazione immediata di questi progetti, che altrimenti rimarrebbero solo sulla carta, a fronte di una domanda di alloggi popolari sempre più in crescita (25.000 nuclei familiari in attesa nella sola Provincia di Milano). La maggioranza di centrodestra nella discussione del bilancio regionale di venerdì ha bocciato questo emendamento, dimostrando per l’ennesima volta la sua scarsa sensibilità nei confronti del diritto alla casa e dei bisogni di migliaia di nuclei familiari, molti anche indigenti, in attesa di un alloggio popolare.

 

Avendo il Governo centrale già fornito ingenti risorse ora spetterebbe a Regione fare la sua parte per fornire le coperture finanziarie delle opere ammesse ma non finanziabili. Ricordiamo che in Regione le Giunte di maggioranza di centro-destra e Lega hanno negli anni condannato il settore diritto alla casa a un cronico sottofinanziamento causa di degrado e criticità nei servizi.

 

Come M5S chiediamo da tempo, purtroppo inascoltati, di dedicare almeno l’1% del bilancio regionale alle case popolari: sono questi i “sì” che creano sviluppo e lavoro nel tessuto imprenditoriale dei nostri territori”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali