Consiglio Regionale News Massimo De Rosa Milano Monza Nicola Di Marco Simone Verni Territorio, trasporti e infrastrutture

Aumenti Trenord: Regione Lombardia fa un passo indietro.

Dopo la denuncia del MoVimento 5 Stelle Lombardia sui rincari previsti per i pendolari dal nuovo piano di tariffazione integrata, Regione e Trenord fanno un passo indietro!
 
Gli aumenti che andavano dal 20% ad oltre il 50% del costo mensile dell’abbonamento, a seconda della zona, sembrano scongiurati per effetti del fantomatico piano di compensazioni promesso, in fretta e furia, ai pendolari dall’Assessore Claudia Maria Terzi.
 
Soddisfatti i tre Consiglieri M5S che hanno portato avanti la battaglia, cominciata lunedì mattina nella stazione di MILANO – LAMBRATE con la distribuzione di volantini informativi: Nicola Di Marco, Massimo De Rosa e Simone Verni.
 
Oggi davanti all’intero Consiglio Regionale la Lega ha dovuto ritrattare ciò che aveva cercato di fare di nascosto dall’attenzione pubblica nel mese d’agosto, ovvero un piano sconsiderato di aumenti.
 
La battaglia dei consiglieri non si ferma qui, le promesse dell’Assessore Terzi e il piano dell’amministratore di Trenord Marco Piuri, non convincono e non danno alcuna certezza.
 
Non sono i cittadini a doversi giustificare, non spetta a loro auto-certificarsi, è l’azienda che deve garantire a chi utilizza solo il treno la possibilità di pagare solamente per il servizio utilizzato.
 
La RACCOLTA FIRME, dunque, continua!
Per una che sia un bene e un’opportunità, non un obbligo e un peso economico.
 
FIRMA LA PETIZIONE ➡️ http://bit.ly/2kj4WnP

Articoli Correlati

Da Regione No al rimborso abbonamenti Trenord per il mese di luglio. Di Marco: “Pendolari beffati dopo i disastri delle ultime settimane”

Assestamento bilancio regionale, Di Marco: «Legge priva di visione e concretezza, specchio del caos e le lotte interne al centrodestra»

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo