fbpx
Home Ambiente e Protezione Civile Milano Sostenibile: i milanesi credono nella sostenibilità
Milano Sostenibile: i milanesi credono nella sostenibilità

Milano Sostenibile: i milanesi credono nella sostenibilità

0
2

A partire dal 2017 LifeGate ha dedicato un focus verticale alla città di Milano, seguendo la scia dell’Osservatorio nazionale sullo stile di vita sostenibile.
A ottocento cittadini, rappresentativi della popolazione milanese, è stato sottoposto un questionario che indaga l’interesse, la conoscenza, l’atteggiamento e i comportamenti relativi alla sostenibilità, con un approfondimento sulle iniziative adottate dal Comune.

Ne è risultata una fotografia interessante e incoraggiante, diffusa ieri mattina alla Triennale di Milano.
Eumetra MR e il noto sondaggista Renato Mannheimer hanno sottolineato le buone attitudini dei cittadini milanesi verso il tema della sostenibilità, sempre più avvertito come centrale dai residenti.
Il questionario ha fornito diversi spunti interessanti, prima fra tutti la consapevolezza della necessità di svoltare verso una società più sostenibile.

All’evento ha presenziato il nostro Consigliere Raffaele Erba che ci racconta:

“La conoscenza genera comportamenti attenti all’ambiente!
Milano, secondo i risultati dei sondaggi, è un passo avanti rispetto a tutte le altre città italiane.

In particolare, quasi tutti sostengono che sia necessario eliminare gli oggetti di plastica (99%) e che occorre limitare il consumo di suolo (98%).
Il 47% dei milanesi intervistati – uno dei dati più interessanti secondo Mannheimer – sostiene di adottare tutte le azioni per ridurre l’utilizzo della plastica.”

Durante l’Osservatorio Milano Sostenibile sono poi intervenuti diversi esperti di temi ambientali e sostenibili che hanno raccontato progetti, esperienze e stili di vita improntati al rispetto per il pianeta

“Questo evento è molto significativo perché mostra quanto la sostenibilità sia diventata una priorità sentita da istituzioni e società civile.
Tale evento cade in concomitanza con la “Giornata Mondiale per l’Alimentazione.

L’obiettivo principale è la lotta allo spreco: anche questo aspetto ha una ricaduta molto forte sull’ambiente.

Basti pensare che un terzo del cibo prodotto in tutto il mondo viene sprecato e diventa rifiuto ed è responsabile dell’8% delle emissioni di gas serra e di conseguenza dei cambiamenti climatici. Sono necessari quindi degli interventi da un lato per ridurre alla fonte questi sprechi coinvolgendo in primo luogo i cittadini e la grande distribuzione e in seconda battuta occorre una una miglior gestione dei rifiuti organici per poter evitare tali emissioni valorizzando energeticamente i gas prodotti” conclude Raffaele Erba.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali