Home Antimafia Gratteri: mozione per chiedere cittadinanza onoraria rinviata.
Gratteri: mozione per chiedere cittadinanza onoraria rinviata.

Gratteri: mozione per chiedere cittadinanza onoraria rinviata.

0
2
🔴 GRATTERI: MOZIONE PER CHIEDERE CITTADINANZA ONORARIA RINVIATA
 
Il 27 gennaio IL Consigliere Luigi Piccirillo ha depositato una mozione per chiedere il riconoscimento pubblico di Nicola Gratteri, Procuratore Capo di Catanzaro, per l’alto servizio svolto a favore dello Stato Italiano, a seguito delle minacce di morte recentemente subite.
 
Ieri vari comuni hanno presentato la stessa mozione, affinché le amministrazioni locali si attivino il prima possibile per manifestare un concreto segnale al capo procuratore di Catanzaro: Milano, Cinisello Balsamo, Nerviano, Paullo, Rozzano, Cesano Boscone e Trezzano s/n.
 
‼️A Cinisello Balsamo durante lo svolgimento del Consiglio comunale, lo scorso 30 gennaio, la mozione è stata rinviata a causa di una banale questione procedurale‼️
 
Piccirillo non ci sta:
“Nella mozione depositata lo scorso gennaio si voleva porre una barriera ideale in difesa degli attacchi criminali al Procuratore capo Nicola Gratteri. È necessario che si prosegua con forza ed efficacia, facendo sentire al magistrato tutta la solidarietà delle istituzioni. Il rinvio di Cinisello Balsamo ci mette in allarme ma non abbasseremo la guardia, mai!”.
 
Maurizio Zinesi, vicepresidente del Consiglio comunale e Portavoce del MoVimento 5 Stelle a Cinisello Balsamo dichiara: “Sono rimasto sconcertato e dispiaciuto ad ascoltare quanto affermato dal consigliere Capogruppo della Lega Cristiano Fumagalli nell’ultimo consiglio comunale, quando lo stesso ha sostenuto che la procedura seguita per la discussione di una mozione per concedere la cittadinanza onoraria in Cinisello al magistrato Nicola Gratteri, all’ordine del giorno, non fosse istituzionalmente corretta. La lotta alla mafia non può e non deve essere bloccata da certe sciocchezze. Nella prossima seduta si proceda immediatamente ad approvare il documento”.
 
Sulla mozione depositata in Consiglio regionale Piccirillo aggiunge:
“Con la mozione chiediamo alla Lombardia un chiaro e netto sostegno ai un servitore dello stato, Nicola Gratteri, che svolge il suo ruolo con estrema serietà ed impegno anche a costo della propria vita.
Le cosche sono state chiare e vorrebbero mettere a tacere il Procuratore capo di Catanzaro e chiudere con le sue inchieste che stanno facendo emergere pesanti complicità tra mafie e mondo dell’imprenditoria, della finanza, della politica e della massoneria deviata.
Offrire a Gratteri la cittadinanza onoraria dei nostri Comuni è affermare il valore sociale civile e democratico della legalità e del contrasto alle mafie.
 
Le indagini del Procuratore capo Gratteri spesso coinvolgono anche la Lombardia, terra ormai infiltrata dalle cosche.
Proprio per questo è necessario fare quadrato e mostrare la vicinanza istituzionale a Gratteri in ogni singolo comune della Lombardia. La Lombardia può dare uno schiaffo alle mafie”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali