Home Marco Fumagalli Metro Cologno monzese, la beffa della regione
Metro Cologno monzese, la beffa della regione

Metro Cologno monzese, la beffa della regione

0
1

🔴 METRO COLOGNO MONZESE-VIMERCATE: LA BEFFA DELLA REGIONE Vs L’IMPEGNO DEI CITTADINI

La Regione Lombardia ha reso noto che i fondi per realizzare la seconda parte dello studio di fattibilità, quella tecnico-economica, relativa al progetto, non saranno disponibili prima del 2022.

➡️ Sulla questione la risposta del consigliere Massimo De Rosa:
“Regione Lombardia ha di fatto rallentato la realizzazione dell’infrastruttura di oltre due anni!!
Chiedere ai comuni di anticipare i soldi, suona poi come un’ulteriore beffa.

Come M5S abbiamo sempre spinto per trovare soluzioni in grado di garantire lo sviluppo delle infrastrutture utili ai cittadini, soprattutto se legate al trasporto pubblico locale. Per questo motivo abbiamo ricevuto e letto con grande interesse, la proposta di un grosso gruppo imprenditoriale che da anni lavora sul territorio, il quale si è detto disponibile a investire nella realizzazione dello studio di fattibilità tecnica ed economica dell’opera. Non solo, il gruppo è anche disponibile a divenire promotore nel ricercare analoghi finanziamenti, presso altri gruppi di imprenditori locali.
In questo modo si potrebbero ridurre notevolmente i tempi lunghi imposti da Regione Lombardia. Noi siamo promotori del fare, anche se ci sembra assurdo tocchi ai privati sopperire alle mancanze di Regione Lombardia.”

➡️ Il Consigliere Marco Fumagalli M5S Lombardia aveva già chiesto lo scorso autunno un tavolo di lavoro con l’Assessore e i soggetti coinvolti, proposta bocciata dalla maggioranza:

“Quella di Regione Lombardia è un’ipotesi non accettabile da parte dei sindaci dei comuni interessati, i quali hanno fatto sapere compatti come sia loro interesse completare lo studio il prima possibile.
L’urgenza dei territori in relazione al progetto è stata ribadita anche lo scorso dicembre, quando pur di sbloccare la situazione in funzione di una soluzione realizzabile in tempi certi e con costi inferiori, l’idea del prolungamento della linea due della metropolitana aveva lasciato spazio a quella relativa alla realizzazione di una metrotranvia ad alta prestazione. In quanto soluzione maggiormente percorribile.”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali