Home Notizie dal territorio Sesto San Giovanni: “le perdite delle farmacie comunali come si copriranno?”

Sesto San Giovanni: “le perdite delle farmacie comunali come si copriranno?”

0
0

Nel consiglio comunale di Sesto San Giovanni del 16 dicembre si è discusso sul concedere altri 90 giorni al commissario per poter finalizzare il processo di risanamento delle farmacie comunali (ASFC). Questo ulteriore attesa ha fatto “scaldare” i consiglieri comunali del Movimento 5 Stelle.

“Per ripianare un buco – hanno dichiarato i grillini – di cui in realtà, ad oggi, non abbiamo ancora inteso l’entità? Leggendo la relazione di revisione che è stata prodotta a termine della due diligence si legge: “l’azienda manca completamente di procedure formalizzate per quanto riguarda l’area finanza e contabilità e la gestione appalti, forniture e spese in economie, i cui regolamenti non sono stati rinvenuti in azienda su nostra esplicita richiesta”. L’art. 18 dello Statuto ASFC sancisce che il Consiglio di Amministrazione adotta regolamenti interni per il funzionamento degli organi e per l’esercizio delle funzioni aziendali.  Perchè è stato necessario richiedere ,e pagare, una due diligence per ottenere queste informazioni?  Perchè nessuno si è premurato di fare verifiche nel corso degli anni?”.

Per il Movimento 5 Stelle sarebbe stato sufficiente attuare tutti i controlli dovuti, soprattutto quelli in capo all’amministrazione. “Tutti – concludono i grillini – erano a conoscenza di questa situazione e adesso cosa ci chiedono?  Ci chiedono di dover deliberare una proroga di 90 giorni per iniziare il processo di risanamento di un’azienda che è stata completamente svuotata?  Un dubbio sorge spontaneo, dopo 6 mesi non sono riusciti nella cosa più importante che avrebbero dovuto realizzare: il bilancio.  Questa Amministrazione è riuscita a fare esattamente ciò che non avrebbe dovuto fare: far ricadere tutto sui cittadini sestesi e sui lavoratori delle farmacie. Come verranno coperti i due milioni di perdita delle farmacie comunali?”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali