Home Lodi Lodi. Passa una mozione per la legalità

Lodi. Passa una mozione per la legalità

0
0

Il Movimento 5 Stelle, da sempre impegnato sulle tematiche della legalità, ieri sera in Consiglio Comunale ha fatto approvare una sua mozione per l’elaborazione di un Protocollo di Legalità sulla scorta di quello già applicato nel comune lodigiano di Merlino.

Con questo primo passo si intende impegnare la Giunta ed il Sindaco ad accendere i riflettori della vigilanza, su un tema di rilevante attenzione sociale, aggiungendo uno strumento concreto di verifica alla scarna normativa di controllo di legalità nel settore degli appalti privati ed della filiera dei subappalti ad essa correlata.

La nostra preoccupazione sul degrado morale in ogni settore sia pubblico che privato che in questi ultimi anni ha colpito il nostro paese, viene acuita dallo stridente immobilismo della classe dirigente e politica che sembra quasi sottovalutare la pericolosità di questo fenomeno. Nelle passate legislature di questo comune poco o niente è stato mai fatto, nonostante la criminalità e la perdita di legalità non sia mai stato un fatto sconosciuto per il territorio lodigiano. Le recenti notizie di cronaca che vedono protagonisti di azioni criminose e di corruzione alti dirigenti di regione Lombardia e di società partecipate, sono l’ennesima conferma della gravità della situazione e della parziale inefficacia degli attuali strumenti di contrasto all’illegalità.

Secondo il nostro parere procrastinare ulteriormente l’adozione di provvedimenti rapidi ed incisivi, rende tutti corresponsabili, se non addirittura complici, di questa situazione pericolosa per ogni livello istituzionale. Riteniamo quindi che, l’introduzione di procedure legate all’adozione di profili di legalità verificabile, sia solo un primo passo, a cui dovranno seguire protocolli di cooperazione sia tra forze politiche che istituzioni dello Stato, come la Questura, la Prefettura, le rappresentanze degli ordini professionali e di categoria.

Occorre infatti superare la complessità del nostro sistema normativo che spesso è il primo ostacolo per l’introduzione di nuove norme, necessitando al contrario lo studio di procedure che stringano la griglia dei controlli, senza creare congiuntamente ulteriori intralci burocratici.

Crediamo che la difesa della legalità sia un tema su cui tutti dovremmo concentrare gli sforzi per la costituzione di un fronte civile comune, indipendentemente dagli schieramenti di parte, accantonando le ideologie politiche, gli interessi di partito, ma facendo prevalere il nostro senso civico e la tutela delle istituzioni.
Ieri sera in Consiglio Comunale, malgrado i ripetuti tentativi di alcuni componenti della Giunta (assessori Brunetti e Piacentini) di fare ostruzionismo per appropriarsi della paternità della nostra proposta, adducendo una pretestuosa non modificabilità del Documento di Piano del PGT, che al contrario è consentita, come recita l’art. 8 punto 4 della L.R. 12/05, dopo un acceso e concitato dibattito è stato raggiunto un risultato che secondo noi apre un capitolo nuovo nella politica di Lodi, ovvero: argomenti come la legalità, la partecipazione ed in generale tematiche di interesse collettivo, possono (devono?) determinare la convergenza di tutte le forze politiche sia di opposizione che di maggioranza. Ieri sera è accaduto questo.

Siamo quindi oltremodo soddisfatti di aver catalizzato l’attenzione di tutte le forze politiche in maniera trasversale, nonostante le resistenze iniziali della maggioranza, su un tema cosi importante, che la mozione propone per il raggiungimento di un obiettivo che nulla ha di ideologico ma esclusivamente di interesse collettivo.

Naturalmente si spera che questa proposta segni l’inizio di un percorso virtuoso di legalità, da parte delle istituzioni comunali, percorso che per quanto riguarda il Movimento 5 Stelle di Lodi ci vedrà protagonisti a fianco delle istituzioni quali controllori e promotori di azioni concrete di sensibilizzazione per la sua realizzazione, come pure nelle commissioni di competenza con tutte le parti sociali e ed istituzionali, teso a cercare di potenziare quanto possibile i controlli e le verifiche a contrasto della criminalità organizzata e l’illegalità diffusa.

Movimento 5 Stelle Lodi

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali