Home Silvana Carcano Ex Alfa Arese. Ancora muro contro muro e nessuna risposta dalle Proprietà

Ex Alfa Arese. Ancora muro contro muro e nessuna risposta dalle Proprietà

0
2

Ieri si è tenuto in Prefettura un inutile incontro sul tema degli ex dipendenti dell’Alfa di Arese. Ancora una volta la Prefettura, quale braccio armato del Governo sul territorio, non ha ottenuto nulla da parte dei proprietari dell’area. E i rappresentanti del M5S non hanno ottenuto chiarezza sui motivi veri che sottostanno a questa indicibile ingiustizia. e dunque il nuovo incontro tra il M5S e la Prefettura di Milano tenutosi ieri, dopo l’iniziativa Occupyprefettura di venerdì scorso, si è concluso con un nulla di fatto.

Silvana Carcano, consigliere regionale del Movimento 5 Stelle, e il senatore di M5S Bruno Marton dichiarano: “Siamo indignati, il Ministero dell’Interno non è in grado di trovare una soluzione al dramma di decine di lavoratori. Ci attendevamo già venerdì scorso risposte chiare sulla proprietà dell’area e sulle promesse fatte ai lavoratori per chiudere la vertenza. Al momento ci è stato detto che la proprietà non farà nulla. non solo, la dott.sa Pavone, ricomparsa stranamente, ha messo in dubbio l’esistenza dei 2.2 mln di euro che invece dovrebbero essere depositati presso il notaio Bignami. nemmeno su questo punto la Prefettura riesce a darci chiarezza. la trasparenza nelle istituzioni, in questo nostro Paese, è ancora un obiettivo parecchio distante, nonostante le ultime novità legislative in tema. Il vicecapo di Gabinetto Anna Pavone è Ricomparsa dopo che da mesi la questione era in mano alla vice prefetto dott.sa Caracciolo. Ci riserviamo, con i nostri legali, di valutare le prossime iniziative per difendere il diritto al lavoro degli operai dell’Ex Alfa di Arese. Resta l’incapacità delle istituzioni pubbliche di difendere i cittadini e un senso di sgomento di fronte a una Prefettura che sembra difendere gli interessi della proprietà dell’area”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali