Home Paola Macchi Sperimentazione sugli animali: si doveva fare molto di più
Sperimentazione sugli animali: si doveva fare molto di più

Sperimentazione sugli animali: si doveva fare molto di più

0
0

E’ stato approvato oggi dal Consiglio Regionale della Lombardia, con il voto favorevole del M5S, un progetto di legge che promuove metodi alternativi alla sperimentazione sugli animali finalizzati alla riduzione dell’uso di animali a fini sperimentali e scientifici.

Quello di oggi è un piccolo primo passo verso un’evoluzione dei metodi di sperimentazione farmacologica che utilizzano animali, i cui risultati sono stati dichiarati addirittura casuali da uno studio americano del 2012 condotto da 17 università americane e canadesi. Purtroppo si è persa l’occasione di dare un impronta forte a questa legge, che è stata man mano svuotata di contenuti e non ha avuto il coraggio di dire che alternativo non vuol dire riduttivo nel numero di animali usati.

L’emendamento che siamo riusciti a farci approvare da almeno un segnale di reale volontà di cambiamento promuovendo una rete di ricerca regionale sui metodi di alternativi alla sperimentazione animale utilizzati nei paesi esteri, con la promozione anche della formazione di studenti universitari presso università europee che insegnano metodi di alternativi senza l’utilizzo di animali.

E’ impensabile che nel 2015 si continuino ad usare procedure crudeli verso gli animali oltre che anacronistiche, contestate anche dalle firme di più di un milione di cittadini europei, la maggior parte dei quali italiani, che chiedono alla Comunità europea di fermare la vivisezione. La maggior parte dei cittadini non sa che la sperimentazione veramente utile e’ quella che viene poi fatta su volontari umani sani che vengono rassicurati con i dati della sperimentazione sugli animali e a cui viene “rimborsata” la giornata persa con circa 200 euro; sicuramente una persona che non ha necessità economiche non si fa mettere in corpo una molecola di cui non si conoscono gli effetti sull’essere umano, quindi rivolgere tutte le proprie forze verso le ricerche innovative e alternative e’  un dovere morale sia verso gli animali che verso gli esseri umani.

Paola Macchi, consigliere del Movimento 5 Stelle Lombardia,

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali