Consiglieri Regionali Consiglio Regionale News Marco Degli Angeli Video

Consiglio Regionale, bocciato odg M5S contro aumento spese militari. Degli Angeli: «Da PD e Lega voto ipocrita»

Marco Degli Angeli (Consigliere M5S): «Abbiamo ascoltato grandi parole e grandi obiettivi: transazione ecologica, indipendenza e lotta alla povertà energetica, alle quali non sono seguite i fatti.

Il Consiglio Regionale ha votato contro il nostro ordine del giorno che chiedeva un impegno contro l’aumento delle spese militari.

Le conseguenze del conflitto ucraino, che sono andate a ripercuotersi nell’aumento dei costi dell’energia, non hanno fatto altro che acuire le difficoltà di famiglie e imprese.

Motivo per cui abbiamo chiesto al Consiglio Regionale della Lombardia di prendere una posizione chiara in merito all’aumento delle spese militari, discusso in queste ore dal governo.

Dodici miliardi di euro in più di spese militari, corrispondono a dodici miliardi di tagli ad altre voci del bilancio dello Stato.

Abbiamo chiesto al Consiglio Regionale di esprimere un’indicazione chiara al governo su questo tema, per il Movimento Cinque Stelle le priorità sono i problemi dei nostri concittadini come: il caro-bollette, la sanità territoriale con l’assunzione di medici di base e la riduzione delle liste d’attesa, trasporti pubblici più efficienti, un maggior numero di alloggi popolari a disposizione e la transizione ecologica.

Priorità che vengano prima rispetto all’incremento delle spese militari. Purtroppo tutte le altre forze politiche, dal centrodestra al Partito Democratico, hanno votato contro il nostro ordine del giorno, esprimendo in maniera chiara le loro priorità» così il Consigliere Regionale del Movimento Cinque Stelle Marco Degli Angeli, primo firmatario dell’ordine del giorno: “Impegni economici per il raggiungimento degli obiettivi della transizione ecologica e sostegno della ricerca e dell’industria per la produzione di energia rinnovabile, come strumento di contrasto alla povertà energetica anche mediante la conversione dell’industria bellica italiana”, presentato dal Movimento Cinque Stelle e bocciato dall’Aula.

❌ BOCCIATO ODG M5S CONTRO AUMENTO SPESE MILITARI: DA PD E CENTRODESTRA VOTO IPOCRITA

❌ BOCCIATO ODG M5S CONTRO AUMENTO SPESE MILITARI: DA PD E CENTRODESTRA VOTO IPOCRITAAbbiamo ascoltato grandi parole e grandi obiettivi: transazione ecologica, indipendenza e lotta alla povertà energetica, alle quali non sono seguite i fatti.Il Consiglio ha votato contro il nostro ordine del giorno che chiedeva un impegno contro l’aumento delle spese militari. Le conseguenze del conflitto ucraino, che sono andate a ripercuotersi nell’aumento dei costi dell’energia, non hanno fatto altro che acuire le difficoltà di famiglie e imprese.Motivo per cui abbiamo chiesto al Consiglio Regionale della Lombardia di prendere una posizione chiara in merito all’aumento delle spese militari.12 miliardi di euro in più di spese militari, corrispondono a dodici miliardi di tagli ad altre voci del bilancio dello Stato.Per il M5S le priorità sono i problemi dei nostri concittadini come il caro-bollette, la sanità territoriale con l’assunzione di medici di base e la riduzione delle liste d’attesa, trasporti pubblici più efficienti, un maggior numero di alloggi popolari a disposizione e la transizione ecologica. Priorità che vengano prima rispetto all’incremento delle spese militari.Purtroppo tutte le altre forze politiche, dal centrodestra al PD, hanno votato contro il nostro ordine del giorno, esprimendo in maniera chiara le loro priorità.Il commento del nostro portavoce Marco Degli Angeli, primo firmatario dell'ordine del giorno ⤵

Pubblicato da MoVimento 5 Stelle Lombardia su Martedì 29 marzo 2022

Articoli Correlati

Omosessualità e devianze, Fumagalli e Verni: «L’Assessore Moratti sconfessa il neo-Assessore La Russa»

Redazione Staff

Maltempo sul Lago di Como. Erba: “Regione Lombardia si assuma le sue responsabilità”

Redazione Staff

Disagi trasporto pubblico regionale, Verni: «Regione Lombardia rifiuta di rimborsare i pendolari»

Redazione Staff