Dario Violi Expo Legalità e trasparenza Notizie

Maroni fa ancora rima con Formigoni

aiello

Al novantesimo minuto, a 9 giorni dall’inaugurazione, capitan Maroni sostituisce nel cda di Expo Fabio Marazzi con il suo uomo di fiducia Domenico Aiello, avvocato difensore del governatore nell’indagine sulle assunzioni illegittime di due dipendenti.

Il capogruppo del M5S Lombardia Dario Violi commenta così la notizia: “ormai non ci sorprendiamo più di niente. Dato che non ci sono motivi apparenti di merito, che nel gioco delle nomine in Regione Lombardia non ci sono mai stati, non ci resta che pensare che Maroni abbia un secondo fine. Ci chiediamo quali motivi portino, a pochi giorni dall’inaugurazione di Expo, a decidere una nomina meramente politica, senza le opportune valutazioni sulle competenze richieste dal ruolo.”

Del resto Maroni ci ha abituati a non discostarsi mai dal sistema politico che ha rovinato l’Italia, piazzando i suoi fedelissimi ovunque, si pensi ad esempio alla recenti nomine di Benito Benedini in Fondazione Fiera, o Corrado Peraboni come Amministratore Delegato di Fiera SpA.

“Ora, in tutta fretta, – conclude il capogruppo M5S – ha piazzato la sua bandierina leghista anche in Expo, dimostrando per l’ennesima volta la sua continuità con il sistema “formigoniano”: ancora una Maroni fa rima con Formigoni.”

Dario Violi – Capogruppo M5S Lombardia

Articoli Correlati

‘Ndrangheta, decine di arresti a Como. Erba: «Serve un tavolo di confronto provinciale. La battaglia per la legalità va combattuta ogni giorno»

Carolina Russo De Cerame

Giuseppe Conte a Milano: il MoVimento riparte con Milano e la Lombardia

Carolina Russo De Cerame

Opportunità di lavoro: il M5S Lombardia cerca un addetto stampa

Carolina Russo De Cerame