Home Dario Violi M5S Lombardia chiede audizione con l’Unione Italiana ciechi e ipovedenti (Uici)
M5S Lombardia chiede audizione con l’Unione Italiana ciechi e ipovedenti (Uici)

M5S Lombardia chiede audizione con l’Unione Italiana ciechi e ipovedenti (Uici)

0
0

ciechi

Questa mattina il M5S Lombardia ha partecipato alla manifestazione organizzata dall’Unione Italiana ciechi e ipovedenti (Uici) di fronte alla sede dell’Unione delle province lombarde (Upl). L’Uici ha chiesto garanzie sul mantenimento dell’erogazione di servizi specifici nell’ambito dell’integrazione scolastica (garantiti attualmente fino al 31 dicembre 2015) e chiarezza sulla gestione dei servizi  demandata agli ambiti territoriali  con conseguenze di controllo di gestione frazionata che influisce negativamente sulla qualità del servizio.

Paola Macchi e Dario Violi, consiglieri regionali del M5S Lombardia, dichiarano: “Riteniamo doveroso che la regione intervenga e si interessi alle richieste legittime che arrivano dai cittadini. E’ un atto dovuto anche perché il Consiglio regionale ha approvato a giugno una mozione del M5S Lombardia che invitava la Giunta a mettere in atto le strategie più opportune per salvaguardare la continuazione dei servizi fino a ora erogati dalle Province, assicurando il diritto allo studio di tutti i bambini e ragazzi con disabilità per l’anno scolastico 2015–2016, e ripristinando, in tempi brevissimi, il servizio di richiesta di assistenza in ambito scolastico da parte delle famiglie degli studenti con disabilità sensoriale. Se l’Unione Italiana ciechi e ipovedenti era in piazza questa mattina a chiedere garanzie sull’erogazione dei servizi non è stato fatto abbastanza. Per questo abbiamo chiesto di audire i rappresentanti dell’Unione Italiana ciechi e ipovedenti e quelli dell’Unione delle province lombarde in modo che il Consiglio regionale garantisca, agendo sulla Province, la copertura dei servizi. ”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali