Home Iolanda Nanni Trasporti: interrogazione M5S Lombardia sulla Milano-Mortara: in un mese accumulati ritardi per 41 ore e 23 minuti!
Trasporti: interrogazione M5S Lombardia sulla Milano-Mortara: in un mese accumulati ritardi per 41 ore e 23 minuti!

Trasporti: interrogazione M5S Lombardia sulla Milano-Mortara: in un mese accumulati ritardi per 41 ore e 23 minuti!

0
0

ITR-treni DIR 25 15-01-2016

“In un solo mese, i treni circolanti sulla direttrice ferroviaria Alessandria-Mortara-Milano hanno accumulato ritardi per un totale di 2483 minuti, pari a ben 41 ore e 23 minuti”. A denunciarlo è la consigliera regionale M5S Iolanda Nanni con un’interrogazione (scarica qui) presentata oggi all’Assessore Regionale ai Trasporti.

“Ho richiamato l’Assessore Sorte – dichiara Nanni – a rispondere sui gravissimi ritardi accumulati sulla linea Mortara-Milano da dicembre e a oggi. Si tratta di un vero e proprio massacro per l’utenza pendolare che è costretta a viaggiare su treni sovraffollati nel caos più totale e nella certezza di non riuscire MAI ad arrivare puntuale al lavoro. Per questa linea ferroviaria, avevo già presentato un’interrogazione nel 2014, ricevendo una risposta in apparenza rassicurante dall’Assessore, il quale confermava già allora che il servizio era in negativo e che tutti gli indicatori di qualità del servizio risultavano peggiori del 2013, cosa di per sé già gravissima. L’assessore ai trasporti aveva promesso che avrebbe richiesto a RFI e a TRENORD di intervenire con un programma di azioni mirate e straordinarie in grado di riportare le performance dei treni della Milano-Mortara a livelli accettabili. Tuttavia, questo non solo non è accaduto, ma l’andamento 2015 è addirittura peggiorato.”

“I problemi – continua Nanni – sono sempre gli stessi, ben conosciuti alla Direzione Regionale Trasporti, così come a RFI e a TRENORD: guasti continui all’infrastruttura, in particolare alle apparecchiature che consentono le manovre dei passaggi a livello, che sulla linea sono tredici, e problemi continui al sistema tecnologico che regola il distanziamento dei treni. Nell’interrogazione ho quindi chiesto di aprire urgentemente un tavolo con RFI per l’analisi dell’andamento dei guasti all’infrastruttura e la predisposizione di concrete azioni risolutive, in particolare su deviatoi e passaggi a livello, dato che le azioni mirate e straordinarie che RFI avrebbe dovuto adottare già nel 2014, evidentemente non hanno dato risultati. Ho richiesto inoltre se è previsto un potenziamento infrastrutturale della linea, dato che, a tutt’oggi, le dichiarazioni di intenti di Maroni e di qualche politico leghista pavese sul raddoppio della Mortara-Milano si sono tradotte in un nulla di fatto. Promesse non mantenute: evidentemente Maroni ha solo a cuore la costruzione di devastanti e inutili autostrade e nessuna cognizione dello stato di degrado delle nostre linee ferroviarie.”

“Nell’interrogazione – conclude Nanni – ho anche chiesto se, per il 2016, è prevista l’introduzione di nuovi treni sulla linea, come si intende risolvere l’annoso problema del sovraffollamento nelle fasce di punta, e di sollecitare Trenord e RFI a coordinarsi sul servizio informativo all’utenza nella gestione delle emergenze, dato che ai pendolari, oltre ai pesanti ritardi, non viene fornito neanche un servizio informativo puntuale ed efficace ai tabelloni e on-line”

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali