Home Legalità e trasparenza #MantovaniDimettiti. La lettera del M5S a Maroni e Cattaneo
#MantovaniDimettiti. La lettera del M5S a Maroni e Cattaneo

#MantovaniDimettiti. La lettera del M5S a Maroni e Cattaneo

0
1

Gent.mo Presidente Maroni,

Gent.mo Presidente Cattaneo,

domani in Consiglio Regionale, come previsto dal terzo punto all’ordine del giorno dei lavori, discuteremo la presa d’atto della cessazione della sospensione dalla carica di consigliere regionale del Signor Mario Mantovani, una questione che pone in imbarazzo l’intera vostra maggioranza e al contempo getta ulteriore discredito sull’immagine della nostra Regione.

Il M5S, nel pieno rispetto della Costituzione Italiana, è per la presunzione di innocenza, ma si oppone fermamente a chi pretende di occupare le poltrone di un’istituzione con indagini di tale gravità sulle spalle. Siamo fermamente convinti che sia eticamente e moralmente inopportuno: chi è accusato di  reati contro la pubblica amministrazione quali corruzione, concussione e turbativa d’asta non può sedere in Consiglio Regionale a rappresentare gli interessi dei cittadini e del bene comune.

Siamo profondamente turbati da questa ipotesi nonché dall’indifferenza con la quale state affrontando la vicenda. C’è solo un motivo per cui Mantovani è autorizzato a entrare in Consiglio Regionale domani: per presentare le sue dimissioni irrevocabili che aspettiamo da mesi.

Per questo motivo, alla vigilia di una seduta d’aula che potrebbe scrivere l’ennesima pagina nera di questa assemblea, auspichiamo che anche dal Presidente del Consiglio Regionale e dal Presidente della Lombardia arrivi un chiaro invito alle dimissioni.

La buona politica, quella con la “P” maiuscola, non si nasconde dietro ai cavilli burocratici ma si assume la responsabilità di mandare segnali inequivocabili ai cittadini: Mantovani si deve dimettere. Per politici come lui non c’è spazio nel luogo in cui rappresentiamo i cittadini lombardi, le loro aspettative e loro speranze di una società più giusta.

I portavoce del M5S Lombardia

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali