Home Comunicati stampa Processo a Maroni, la solita manfrina del legittimo impedimento. Cosa ha da nascondere?
Processo a Maroni, la solita manfrina del legittimo impedimento. Cosa ha da nascondere?

Processo a Maroni, la solita manfrina del legittimo impedimento. Cosa ha da nascondere?

0
0

“E’ indecente che Maroni si sottragga, ancora una volta, al processo che lo vede coinvolto per presunti favori verso alcune collaboratrici. Da un membro delle Istituzioni ci si attenderebbe un atteggiamento di totale trasparenza, da casa di vetro. Al contrario Maroni, come un Berlusconi o un Previti qualsiasi, scansa ogni confronto con il pubblico ministero con la manfrina del “legittimo impedimento”. Quanto dovranno aspettare i lombardi per sapere la verità? Maroni, scopiazzando il M5S, in campagna elettorale ha rispolverato il teatrino delle scope della legalità in Lombardia, peccato che a differenza del M5S non riesca mai a essere coerente con i suoi slogan, dato che, non appena eletto, ha chiuso le scope in uno sgabuzzino e spazzato via ogni intento di fare trasparenza. La coerenza non sta di casa a Palazzo Lombardia”, così Iolanda Nanni, capogruppo del M5S Lombardia, commenta l’ennesimo rinvio del processo che vede coinvolto il Presidente della Regione Lombardia Roberto Maroni.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali