Home Diritti e pari opportunità Farmaci cannabinoidi, basta ritardi: M5S scrive al presidente del Consiglio Regionale
Farmaci cannabinoidi, basta ritardi: M5S scrive al presidente del Consiglio Regionale

Farmaci cannabinoidi, basta ritardi: M5S scrive al presidente del Consiglio Regionale

0
0

“Chiediamo che nella seduta odierna della Conferenza dei presidenti dei gruppi consiliari il PDL 287 sia inserito nella programmazione dei lavori consiliari senza ulteriori dilazioni di tempo”, questa la richiesta di Iolanda Nanni, capogruppo del M5S Lombardia, contenuta in una lettera indirizzata al Presidente del Consiglio regionale Raffaele Cattaneo.

Il PDL 287 “Disposizioni in materia di farmaci cannabinoidi”, una proposta di legge di iniziativa popolare, è stata dichiarata ammissibile e ha incominciato il suo iter istruttorio nella Commissione regionale competente. Sono trascorsi tre mesi e la proposta non è stata ancora iscritta nel calendario dei lavori del Consiglio nonostante il regolamento preveda che oltre tale termine la Pdl “si considera iscritta di diritto all’ordine del giorno del Consiglio e viene discussa nella prima seduta, con precedenza su ogni altro argomento”.

Per Nanni: “Chiediamo che questa legge, presentata con oltre 6 mila firme di cittadini, sia discussa il prima possibile e il rispetto dei termini previsti dal regolamento generale di Regione Lombardia. La politica non può essere sempre in ritardo quando si tratta di richieste di migliaia di cittadini. Non vorremmo che la mancata calendarizzazione nasconda la volontà dei partiti di maggioranza di non discutere un tema su cui hanno sensibilità diverse.

La Lombardia può fare da apripista e avviare una sperimentazione sui cannabinoidi che sono farmaci che hanno un elevatissimo potere antidolorifico e riducono gli effetti collaterali della chemioterapia. E’ assurdo che la Lombardia stia alla finestra sui cannabinoidi”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali