Legalità e trasparenza Notizie Paola Macchi

8 Marzo: stop ai casi di mutilazione genitale femminile, sì alla mozione del M5S Lombardia

Il Consiglio regionale ha approvato la mozione urgente presentata dal M5S Lombardia che chiede di mettere in campo iniziative per fermare i casi di mutilazione genitale femminile.

Paola Macchi, consigliere regionale del M5S Lombardia, dichiara: abbiamo voluto fare un focus particolare su quella che e’ una delle pratiche più barbare che vengono ancora fatte ai danni delle donne, l’infibulazione. purtropo sappiamo che in Italia e in Lombardia si scoprono casi di infibulazione solo quando le donne o le bambine che ne sono vittime  finiscono in ospedale a causa di infezioni dovute alla clandestinità con cui vengono fatte le operazioni o per l’impedimento al parto e raramente perché si rivolgono al chirurgo plastico. Quasi inesistente la richiesta di aiuto delle mamme per evitare, come spesso succede, che le figlie vengano riportate nei paesi d’origine e li’ infibulate con mezzi spesso primitivi. In Lombardia i flussi migratori anche femminili sono massicci ma i pochi dati che abbiamo sono chiaramente sottostime.

La nostra mozione impegna la Giunta a predisporre modelli di intervento innovativi e sperimentali finalizzati a favorire l’integrazione sociale di donne, adulte e minori, vittime o potenziali vittime di pratiche di mutilazioni genitali femminili, a realizzare corsi di formazione specifica per la facilitazione delle relazioni tra le istituzioni e la popolazione migrante di origine africana e a promuovere attività informative e di sensibilizzazione con la predisposizione di materiale cartaceo nella lingua di origine delle donne straniere.

L’attenzione per le inaccettabili problematiche di violenza sulle donne deve essere quotidiana ma l’8 marzo è una data emblematica e abbiamo voluto sottolineare con questa mozione una profonda  solidarietà fra donne contro inaccettabili violenze ”.

Articoli Correlati

Caro bollette: «Via addebito bancario, rateizzazione automatica, l’extra costo a carico di chi fa extra profitti. Chi ha svenduto i servizi pubblici ora ci metta la faccia»

Redazione Staff

Superbonus 110%: Lombardia si conferma al primo posto per asseverazioni. Il Movimento lavora per il Nord e per le imprese

Redazione Staff

Centrodestra salva La Russa, Di Marco: «Anche in Regione Lombardia comanda Fratelli d’Italia»

Redazione Staff