Home Iolanda Nanni Parcheggio inutilizzato da 6 anni alla stazione di Gaggiano: interrogazione M5S.
Parcheggio inutilizzato da 6 anni alla stazione di Gaggiano: interrogazione M5S.

Parcheggio inutilizzato da 6 anni alla stazione di Gaggiano: interrogazione M5S.

0
2

Il M5S ha depositato un’interrogazione regionale per chiedere l’attivazione del parcheggio presso la stazione di Gaggiano (MI) situata lungo la linea ferroviaria S9 Albairate-Milano-Seregno-Saronno. Risale al 2007 l’avvio dei lavori finalizzati al potenziamento della linea ferroviaria tra Milano e Mortara sulla quale si innesta la S9 di cui la stazione di Gaggiano è una delle fermate. A fine 2009, Ferrovie dello Stato annunciava di aver realizzato tre nuove stazioni (Albairate-Vermezzo, Cesano Boscone e Corsico), una sottostazione elettrica per l’alimentazione dell’intera linea ad Albairate e, infine, di aver profondamente rinnovato le fermate di Gaggiano e di Trezzano sul Naviglio. FS assicurava che il parcheggio di Gaggiano sarebbe stato attivato con una elevata capienza di auto. Ebbene, nel 2011 si sono conclusi i lavori, a cura di RFI, per la realizzazione del nuovo parcheggio di interscambio a Gaggiano progettato per accogliere ben 380 automobili e 7 autobus.

Iolanda Nanni, capogruppo del M5S in Regione Lombardia, nonché membro della Commissione Trasporti e prima firmataria dell’interrogazione, dichiara: “Abbiamo presentato una specifica interrogazione su questo parcheggio a seguito di numerose segnalazioni ricevute dall’utenza. In effetti, è vergognoso che, a distanza di circa 6 anni dalla sua effettiva realizzazione, il parcheggio della stazione di Gaggiano non sia ancora stato attivato e attualmente si trova in uno stato di completo abbandono, ciò nonostante ci sia una crescente domanda dell’utenza di spazi per la sosta da parte degli utenti del servizio ferroviario. Dapprima, si era addebitata la sua mancata attivazione poiché serviva una rotatoria che, però, oggi è in esercizio ed è perfettamente integrata col traffico automobilistico ordinario. Quindi abbiamo domandato all’Assessore Regionale ai trasporti quali motivi impediscono l’apertura del parcheggio all’utenza. Il costo dei soli lavori stradali necessari per l’attuazione del progetto della rotatoria stradale sono stati preventivati in circa 700.000 € a cui si devono aggiungere tutti gli altri costi per iva, spese tecniche, espropri, segnaletica e illuminazione, per una spesa complessiva di circa 1.070.000 €. Ora è necessario darsi una mossa e procedere con l’attivazione del parcheggio: per questo, nell’interrogazione, abbiamo chiesto di conoscere il cronoprogramma per la sua messa in esercizio. La linea S9 è già abbastanza congestionata per permettersi di avere stazioni dotate di parcheggi per l’utenza che poi vengono tenuti nel più assoluto abbandono con tutto ciò che implica il degrado progressivo e l’ulteriore stanziamento di risorse per la sua manutenzione.”

tags:

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali