Aler Nicola Di Marco Notizie

Cesano Boscone: Regione conferma l’impegno a riqualificare la centrale termica ALER, ma rischiano di slittare i tempi

Regione Lombardia conferma l’impegno alla riqualificazione della centrale termica ALER di Cesano Boscone da cui dipende il riscaldamento cittadino: è questa la risposta dell’Assessore all’interrogazione M5S a prima firma del Consigliere regionale M5S Nicola Di Marco, in cui Di Marco chiedeva interventi urgenti a fronte del fatto che la centrale termica, se non riqualificata, rischia di lasciare senza riscaldamento, in Autunno, parte degli alloggi Aler (come peraltro già avvenuto negli ultimi anni).

Nel merito il Consigliere Di Marco dichiara: “La risposta dell’Assessore conferma l’impegno della Giunta e di Aler come da noi sollecitato nell’interrogazione a mia prima firma, ma purtroppo i tempi si dilatano. Infatti il relativo appalto verrà aggiudicato solo nel 2019, e presumibilmente realizzato nel 2020 (con un possibile slittamento di un anno rispetto al previsto), e riguarderà oltre che la centrale termica anche la rete di distribuzione. Attualmente Aler, proprietaria dell’impianto, sta valutando una proposta di finanza di progetto, strumento che ci lascia perplessi visto l’uso fallimentare che ne è stato fatto in questi anni. Per ora l’ipotesi è di un affidamento contrattuale della gestione dell’impianto di 15 anni per consentire alla società che se ne farà carico il rientro dagli oneri di investimento, stimato in una forbice che va da 1,5 a 4,5 milioni di euro. Come M5S, continueremo a monitorare l’avanzamento del progetto a tutela dei residenti, che troppo spesso d’Inverno sono stati lasciati al freddo per le carenze nella rete di riscaldamento”

Articoli Correlati

Da Regione No al rimborso abbonamenti Trenord per il mese di luglio. Di Marco: “Pendolari beffati dopo i disastri delle ultime settimane”

Assestamento bilancio regionale, Di Marco: «Legge priva di visione e concretezza, specchio del caos e le lotte interne al centrodestra»

Riforma Parco Agricolo Sud Milano: firma anche tu per fermare lo scippo del centrodestra lombardo