Home Legalità e trasparenza Nomine, corruzione e tangenti. Fontana ha responsabilità politiche dirette
Nomine, corruzione e tangenti. Fontana ha responsabilità politiche dirette

Nomine, corruzione e tangenti. Fontana ha responsabilità politiche dirette

0
1

“Fontana ha la responsabilità politica diretta della nomina dei suoi collaboratori. Stiamo valutando quanto sta emergendo e il Presidente ha il dovere di fare totale chiarezza.

Il primo anno di legislatura regionale è stato disastroso, ora queste vicende giudiziare gettano altre ombre su tutta l’attività della Giunta regionale e riportano la Lombardia nel fango e agli scandali di Formigoni e alle inchieste sulla sanità di Maroni.

I fatti che stanno emergendo sono molto gravi, in Lombardia girano tangenti ed è massiccia l’infiltrazione mafiosa nelle istituzioni. Tangentopoli in Lombardia e nel resto del paese non è mai morta.

I Magistrati vadano fino in fondo. Per parte nostra stiamo lavorando, a partire dalla legge ‘Spazza Corrotti’, perché le Istituzioni siano liberate dalla corruzione e per cancellare in Lombardia questo sistema di potere affaristico clientelare.

Siamo assolutamente garantisti e per il bene dei lombardi ribadiamo la richiesta a Fontana di revoca dell’incarico al sottosegretario Altitonante”, così Marco Fumagalli, capogruppo del M5S in Regione Lombardia commenta la notizia dell’imminente invio di un invito a comparire con l’accusa di abuso d’ufficio al Presidente della Lombardia Attilio Fontana.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali