Home Antimafia NO ai cantanti che sostengono le Mafie
NO ai cantanti che sostengono le Mafie

NO ai cantanti che sostengono le Mafie

0
1

🔴 NO AI CANTANTI CHE SOSTENGONO LE MAFIE

Sono stati annunciati nei prossimi mesi ad Abbiategrasso i concerti dei cantanti neomelodici:
🔸Vincenzo “Niko” Pandetta, nipote di Salvatore “Turi” Cappello, boss legato alla “Stidda” catanese e detenuto presso il carcere di Sassari a cui ha dedicato anche una canzone

🔸Filippo Zuccaro, in arte “Andrea Zeta” figlio del boss Maurizio Zuccaro arrestato nel marzo 2019 nell’ambito di una operazione antimafia, ritenuto uno degli esponenti della cosca Santapaola-Ercolano.

I concerti sono stati annunciati per il 7 marzo e il 7 novembre nello spazio comunale del Teatro Fiera
‼️nonostante il Comune di Abbiategrasso non abbia mai concesso lo spazio‼️

L’intervento della Consigliera Monica Forte, presidente della Commissione regionale Antimafia:
“Non è pensabile che negli spazi pubblici siano ospitati messaggi che inneggiano alla mafia o che siano diffuse canzoni dedicate a camorristi.

Gli unici messaggi che le Istituzioni hanno il dovere di veicolare sono per la legalità, per i valori che ci uniscono contro le mafie e per il sostegno alle vittime. Proprio per questo mi sono confrontata con il Sindaco di Abbiategrasso che, oltre a confermarmi che non c’è nessun via libera all’uso degli spazi, concorda sulla totale inopportunità dei due concerti in quel luogo.

Eventi che inneggiano alle mafie o legati al mondo della criminalitĂ  organizzata devono sempre trovare una ferma opposizione nelle Istituzioni democratiche e su questo mi sento di poter dare la mia piena solidarietĂ  a tutti i cittadini e alle associazioni che mi hanno contattata in questi giorni sulla questione, mossi da profonda indignazione e giustamente in attesa di una ferma presa di posizione.

Ci uniscono i medesimi valori e adopereremo sempre ogni mezzo che la legge ci mette a disposizione per sbarrare la strada alla cultura mafiosa”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali