Home Legalità e trasparenza Camici di Fontana – email smentisce il dono, indagato il cognato Dini
Camici di Fontana – email smentisce il dono, indagato il cognato Dini

Camici di Fontana – email smentisce il dono, indagato il cognato Dini

0
0

🔴 CAMICI DI CASA FONTANA: EMAIL SMENTISCE IL DONO, INDAGATO IL COGNATO DINI

“L’offerta da 513 mila euro per la fornitura alla Regione Lombardia dei camici dell’azienda del cognato di Attilio Fontana ha in calce una firma. Ed è proprio quella di Andrea DINI…” il cognato, appunto, del governatore.

È quello che si legge nell’articolo de Il Fatto Quotidiano di oggi. La firma del cognato smentisce la versione propinata nell’ultimo mese, sul contratto concesso a Dama in affidamento diretto, poi trasformato in donazione.

Moltissime sono i quesiti a cui la “famiglia Fontana” dovrà dare risposta, interrogativi portati in aula anche dal consigliere Marco Fumagalli M5S Lombardia in una sua interrogazione, citata nell’articolo, la quale chiede:
🔸 Per quali motivi Aria non ha diffidato Dama a completare la fornitura?
🔸Perché non richiede il risarcimento danni per inadempimento contrattuale?
🔸La regione non ritiene di dover segnalare Dama all’Anac?

L’interrogazione, inoltre, mette in dubbio anche la congruità del prezzo di 6 euro proposto da Dama:”Tra gli ordini di Aria c’è un acquisto di 44 mila camici su Amazon, a 1,6 euro l’uno”.

‼️QUATTRO VOLTE IN MENO DEL PREZZO DEL COGNATO DI FONTANA‼️

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali