Home Comunicati stampa Contro la criminalità organizzata come ci ha insegnato Giovanni Falcone

Contro la criminalità organizzata come ci ha insegnato Giovanni Falcone

0
0

“Per lungo tempo si sono confuse la mafia e la mentalità mafiosa, la mafia come organizzazione illegale e la mafia come semplice modo di essere. Quale errore! Si può benissimo avere una mentalità mafiosa senza essere un criminale!” (Giovanni Falcone)

Con queste parole i consiglieri di Movimento 5 Stelle Lombardia hanno deciso di ricordare Giovanni Falcone, giudice contro le mafie, ucciso il 23 maggio del 1992.

E proprio ieri si è riunita la Commissione speciale antimafia della Regione Lombardia, a cui partecipano i portavoce Silvana Carcano, Gianmarco Corbetta e Giampietro Maccabiani.
Nei giorni scorsi, proprio a ridosso di Expo e con un problema irrisolto di infiltrazioni della criminalità organizzata in Lombardia, è giunta l’incredibile notizia della decisione statale di chiudere il presidio della DIA, Direzione investigativa antimafia, presente all’aeroporto di Malpensa.

I consiglieri M5S presenti ieri in Commissione Antimafia, nel solco dell’insegnamento del giudice ucciso dalla mafia, hanno chiesto alle forze politiche una mozione unica per fare in modo che quel presidio non venga chiuso.

Inoltre, per il Movimento 5 Stelle Lombardia il lavoro di contrasto alla criminalità organizzata dovrà abbracciare al più presto anche un’analisi dei rapporti tra politica e criminalità organizzata. Sul tavolo della pianificazione dei lavori della Commissione Antimafia sono stati indicati numerosi punti di attenzione sui quali il M5S lavorerà assiduamente.

La mafia è un fenomeno umano e come tutti i fenomeni umani ha un principio, una sua evoluzione e avrà quindi anche una fine. M5S lotterà per accelerare questa sua fine.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali