Home Comunicati stampa Città della salute, un progetto totalmente snaturato

Città della salute, un progetto totalmente snaturato

0
0

Abbiamo appreso da notizie di stampa del dietrofront della Giunta Maroni sul progetto della Città della Salute. La vecchia Giunta formigoniana, in una delle sue ultime delibere, aveva deciso che il nuovo Polo Sanitario Besta-Istituto dei Tumori sarebbe dovuto sorgere a Sesto San Giovanni all’interno dell’area ex Falck. Questo in seguito ad un accordo intercorso tra il Comune di Sesto e i proprietari dell’area. A questa soluzione si era sempre opposto il Comune di Milano che, a sua volta, aveva proposto come location la Caserma Perucchetti.

Silvana Carcano, consigliere regionale M5S, dichiara che: “Il M5S Lombardia, sin dalla campagna elettorale e dal primo insediamento in Consiglio, si era dichiarato contrario a qualsiasi spostamento nell’area sestese partendo dal presupposto che non si parlava più del vecchio progetto Città della Salute e della Ricerca ma si discuteva solamente di progetti urbanistici e di consumo di suolo, a fronte del fatto che l’area ex-Falck è un’area altamente inquinata che necessita una profonda bonifica e di certo non è il terreno ideale per farvi sorgere una struttura ospedaliera. Se a questo si aggiunge che il progetto iniziale è stato completamente snaturato (infatti non si parla più di ricerca) e che all’interno dello stesso non trovava spazio un ospedale generico quale inizialmente doveva essere il Sacco, si capisce che siamo di fronte a una nuova soluzione che nulla ha a che fare e a che vedere con la Città della Salute e della Ricerca inizialmente presentata dalla Giunta Formigoni.

Iolanda Nanni, consigliere regionale M5S, dichiara che: “Noi abbiamo sostenuto, in sede di Commissione Sanità, che si doveva trovare una soluzione immediata per il Besta, che ha urgenza di una ricollocazione per via delle criticità della struttura, ed infatti abbiamo proposto di posizionarla all’interno dell’Ospedale Niguarda. L’Istituto dei Tumori non ha, secondo noi, questa urgenza e può rimanere nella sua sede attuale. Il M5S Lombardia è stata l’unica forza politica che ha sostenuto questa proposta in Commissione Sanità, non trovando tuttavia l’appoggio delle altre forze di centrosinistra, vigileremo in qualità di consiglieri regionali affinché venga offerta ai cittadini lombardi una soluzione che garantisca una continuità di cura efficace ed efficiente per i loro problemi di salute.”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali