Home Notizie Pavia. Merck, intervenga il Governo
0

Pavia. Merck, intervenga il Governo

0
0

965495_10201020968917465_2031543588_oNei giorni scorsi l’azienda farmaceutica Merck ha annunciato la chiusura dello stabilimento di Pavia entro la fine del 2014 mettendo a rischio il post di lavoro di 270 lavoratori, oltre quelli dell’indotto.
Il Movimento 5 Stelle ha preso immediatamente contatto con i lavoratori e si è immediatamente attivato in Regione e in Parlamento per la salvaguardia dei loro diritti.

La consigliera regionale M5S Iolanda Nanni ha presentato ieri una mozione di cui è prima firmataria nella quale chiede alla Giunta Regionale di attivare immediatamente un tavolo di contrattazione tra le parti affinché l’azienda mantenga lo stabilimento produttivo a Pavia. Nella mozione il M5s chiede e impegna inoltre la Regione a garantire totale sostegno ai lavoratori, il mantenimento degli attuali livelli occupazionali e di farsi garante presso il Ministero dello Sviluppo Economico per la parallela trattativa nazionale.

Iolanda Nanni all’intervento di ieri sera al Consiglio Comunale di Pavia sul caso Merck, presenti tutte le istituzioni locali e i lavoratori, ha dichiarato: “il Governo convochi al più presto i vertici della Merck: non solo quella nazionale, che non ha il potere di cambiare la decisione di chiudere lo stabilimento di Pavia, ma quella americana, come di recente ha fatto con i vertici Fiat”.

“Il Governo – ha proseguito Nanni – ha l’autorità e la possibilità di chiedere la revoca della decisione, trattando per scongiurare questo scenario. Ma affinché sia una trattativa vera, e non di facciata, il Governo deve mettere sul Tavolo tutte le opzioni in modo forte e autorevole: dalla vendita dello stabilimento a soggetti privati mantenendo gli attuali livelli occupazionali e produttivi, tramite un accordo che consenta la produzione del farmaco Januvia in loco e la distribuzione tramite la rete commerciale internazionale di Merck, fino alla nazionalizzazione dello stabilimento, ricorrendo, facciamo un’ipotesi, alla Cassa Depositi e Prestiti.”

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali