Home Comunicati stampa Antimafia, bilancio penoso. La Giunta mente alla minoranza

Antimafia, bilancio penoso. La Giunta mente alla minoranza

0
1

Il Consiglio regionale ha bocciato, nel corso della discussione sul bilancio previsionale, due ordini del giorno sulla lotta alla mafia presentati dal Movimento 5 Stelle. I due ordini del giorno chiedevano alla Giunta risorse per una lotta senza quartiere alla criminalità organizzata e sostegno alle vittime alla mafia: il bilancio presentato infatti contiene solo un impegno irrisorio di 200 mila euro all’anno.
La bocciatura è arrivata tra le proteste in aula del Movimento 5 Stelle anche per il voltafaccia intollerabile dell’Assessore al bilancio Garavaglia che aveva promesso l’approvazione di uno degli ordini del giorno previo il ritiro di un emendamento del Presidente della Commissione antimafia, Girelli (del PD) che ha acconsentito.
Al momento della discussione dell’ordine del giorno di M5S l’assessore ha espresso a sorpresa parere contrario sul documento. Il M5S ha manifestato duramente in aula l’indignazione per l’atteggiamento dell’Assessore urlando verso i banchi della maggioranza “vergogna”.
Nel bilancio della Giunta non esiste alcun impegno concreto per la lotta alla criminalità organizzata.
Silvana Carcano dichiara: “Oggi hanno letteralmente ingannato il Presidente antimafia, votando poi contro a tutto. E hanno votato contro anche all’altro nostro odg sempre sull’antimafia, con il quale chiedevamo di inserire nuovi voci a bilancio, che oggi non esistono nemmeno: per la formazione all’antimafia, la prevenzione della corruzione, i finanziamenti per la Polizia Locali per attività nei cantieri, incentivi per proteggere i testimoni di giustizia, incentivi per studi e ricerche per comprendere il fenomeno, iniziative per ricordare i simboli antimafia. E’ un voltafaccia intollerabile. Questi politici con i loro atti si rappresentano come corresponsabili all’enorme diffusione dell’illegalità”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali