Home Cultura e sport Abolire il buono scuola, 14 mila firme ignorate da Regione Lombardia

Abolire il buono scuola, 14 mila firme ignorate da Regione Lombardia

0
0

E’ transitato in Commissione Cultura, Istruzione, Formazione la Petizione inerente il buono scuola, un atto di iniziativa popolare che chiede, con il sostegno di quasi 14 mila firme, l’abrogazione del buono scuola perché considerato un inaccettabile favore alle scuole private paritarie. M5S ha chiesto di sottoporre l’atto al dibattito del Consiglio regionale lombardo ottenendo un netto rifiuto da parte della maggioranza.

Paola Macchi, portavoce del Movimento 5 Stelle, dichiara: “I partiti  ormai ignorano ogni richiesta che viene dai cittadini. Quasi 14 mila persone hanno chiesto democraticamente la cancellazione del buono scuola che va alle famiglie che mandano i figli alle scuole private paritarie e il Consiglio regionale era la sede istituzionale idonea per discutere il tema considerando anche la recentissima delibera che diminuisce ulteriormente l’erogazione dei fondi regionali agli studenti delle scuole statali mantenendo invariate quelle agli studenti delle paritarie, innalzando anche la soglia di reddito isee delle loro famiglie.I firmatari, esattamente come M5S, ritengono che le risorse pubbliche debbano essere indirizzate alla scuola pubblica per il miglioramento dell’offerta formativa e per il sostegno del diritto allo studio. Impedire un dibattito che chiedono gli elettori oltre che un grave errore politico è uno sfregio alla democrazia. Questi partiti ormai rappresentano solo loro stessi”.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali