Home Iolanda Nanni Pavia. Sulle richieste dei territori si doveva fare di più e meglio
Pavia. Sulle richieste dei territori si doveva fare di più e meglio

Pavia. Sulle richieste dei territori si doveva fare di più e meglio

0
0

800px-VittoriaIl M5S Lombardia ha votato contro la mozione presentata dai consiglieri Ciocca (Lega) e Melazzini (NCD) che avrebbe dovuto recepire le istanze del territorio emerse dalla visita a Pavia della delegazione del Consiglio Provinciale.

La consigliera regionale pavese M5S Iolanda Nanni dichiara: “Tutto l’iter che ha portato alla frettolosa approvazione di questa mozione in Aula e’ stato superficiale e poco trasparente, senza margini di discussione con la maggioranza. Sia io che il consigliere Villani (PD), entrambi contrari alla prima stesura del testo, avevamo apportato modifiche ed emendamenti che avevamo sottoposto a Ciocca e Melazzini la settimana scorsa e che ci avevano assicurato sarebbero state integralmente recepite. In particolare, a nome del M5S Lombardia, avevo inserito un emendamento in favore dei pendolari (che è stato integralmente recepito), sulla necessità di riqualificare i nostri ponti, compreso il ponte delle barche (integralmente recepito), avevo poi chiesto di stralciare la parte relativa al monitoraggio dello stato di avanzamento della VIA per l’autostrada Broni-Mortara alla quale siamo contrari chiedendo espressamente alla Giunta di impegnarsi a recepire le osservazioni contrarie dei comuni, dell’ente Provincia e delle associazioni che esprimono contrarietà (cosa che non è stata volutamente recepita). Inoltre, avevo proposto un emendamento specifico sulla sanità chiedendo alla Regione di dare seguito alle recenti delibere del Comune di Pavia e dell’Ente Provincia per aprire un tavolo di confronto con le componenti dell’IRCCS San Matteo per concordare un piano di rafforzamento degli organici che consenta all’Ente di rispondere con efficacia e in sicurezza operativa alle aspettative dei degenti. Anche qui si è preferito non sbilanciarsi e fare una dichiarazione di intenti.

C’e’ stato pressapochismo anche nell’assumersi impegni cogenti sulle tematiche ambientali, avevo chiesto azioni per il miglioramento sulla qualità dell’aria (richiesta letteralmente stralciata), il monitoraggio e la bonifica dei siti inquinati e delle aree dismesse. Il tutto e’ stato condito con nobili dichiarazioni di intenti destinate a rimanere sulla carta e ben poco rappresentative di una reale e concreta volontà politica di sviluppare il nostro territorio in maniera sostenibile. Insomma, si vuole sciacquarsi la coscienza davanti ai cittadini. Se al collega del PD questo e’ andato bene, per noi è  invece insufficiente. Si doveva fare di più. Vigileremo ora affinchè almeno quei punti da noi proposti e recepiti, siano attuati concretamente e non restino lettera morta”.

(foto:Luca Volpi – Wikicommons)

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali