Home Dario Violi Riordino Confidi Regione Lombardia: M5S deposita audizione urgente

Riordino Confidi Regione Lombardia: M5S deposita audizione urgente

0
3

Il M5S ha appena depositato, presso la Commissione Attività produttive e occupazione, una richiesta di audizione urgente dei 33 consorzi di garanzia collettiva dei fidi (Confidi) operanti sul territorio lombardo.

Secondo il Portavoce de MoVimento 5 Stelle Dario Violi si tratta di un’iniziativa doverosa in seguito alla relazione dell’Assessore Mario Melazzini sulla riforma che la Giunta Regionale si propone di attuare a breve per “favorire il processo di integrazione e ottimizzazione dei Confidi attraverso l’integrazione delle politiche e delle risorse di Regione Lombardia e delle Camere di commercio”, sulla base di un sistema di valutazione dove i Confidi, “per raggiungere i punteggi migliori sono spinti a intraprendere percorsi di aggregazione”.

Tale proposito, vede infatti il contrasto di molte delle realtà consortili che verrebbero coinvolte, le quali sostengono che la centralizzazione che si andrebbe a proporre (ma c’è chi parla di una “surrettizia imposizione”) sarebbe di fatto un danno per il sistema delle garanzie operanti in Lombardia: da un lato, infatti, questa riforma ridurrebbe la competitività attualmente presente nel settore, caricando gli oneri finanziari dei Confidi in difficoltà sulle casse di quelli virtuosi senza neppure affrontare la responsabilità dei primi; dall’altro lato, invece, la centralizzazione proposta andrebbe a cancellare quel rapporto di prossimità su cui si è basato il successo e la peculiarità dei confidi virtuosi: la conoscenza diretta dell’imprenditore da parte del creditore, che ha permesso la concessione di prestiti anche a soggetti altrimenti “non bancabili”, poiché privi di quelle garanzie richieste dagli ordinari istituti di credito.

Il M5S, riconoscendo il fondamentale ruolo svolto dal sistema dei Confidi per l’erogazione del credito alle PMI lombarde, non può accettare il rischio che questo sistema vada perdendo la sua natura consortile per riproporsi di fatto come l’ennesimo istituto di credito in grado di operare solo sulla base di limitati schemi quantitativi. Per questo motivo, non mancherà di seguire attentamente la vicenda, assicurando il suo fattivo contributo.

Informativa sulla Privacy

A partire dal 25 maggio 2018 è entrato in vigore il nuovo Regolamento Generale sulla Protezione dei Dati Personali (GDPR), abbiamo aggiornato la nostra Informativa per il trattamento dei dati personali